Daks

Matteo Croci
14 gennaio 2018

Un indimenticabile viaggio a bordo del lussuoso British Steam Train fa da sfondo alla collezione fall-winter 2018/2019 firmata Daks, che per la prima volta opta per lo show unificato, abbandonando Londra, sede della sfilata donna.

Atmosfere eleganti e una sartorialità estrema accomunano l’uomo e la donna del celebre brand e i due si scoprono sempre più simili, sia dal punto di vista personale sia per il loro modo di vestire, raffinato ed allo stesso tempo ironico.

La collezione maschile si compone di abiti e cappotti doppiopetto sartoriali che diventano immediatamente l’emblema di una contemporaneità che vira verso il gusto classico: lo scozzese rimane uno dei tratti distintivi nell’iconico pattern House Check, così come continua la collaborazione con Fox Brothers per tessuti e fibre nobili.

Elemento chiave della collezione femminile è invece la gonna a vita alta – nelle sue versione a pieghe o a portafoglio – che segna la silhouette valorizzandola, abbinata a camicie in crêpe de chine e chiffon arricchite di fantasie tradizionali recuperate dallo storico heritage del marchio.

Ad accomunare ambo i sessi, la maglieria, pregiata e sottile: shetland e lana merinos dominano, con stampe jacquard per lui, ruches e volant per lei.

I dettagli e gli accessori diventano l’epopea di quell’irresistibile stile Brit che da sempre contraddistingue Daks, in una collezione che segna un punto di continuità forte tra le due collezioni, proprio come succede in un tenero abbraccio e nella fusione dei corpi al ritorno da un viaggio romantico e nostalgico.