Elie Saab

Alessandra Cesana
24 gennaio 2018

 

Elie Saab, con la collezione Haute Couture primavera-estate 2018, fa rivivere il passato: in passerella si respira l’atmosfera parigina dei ruggenti anni Venti.

Sul catwalk parigino riecheggiano gli années folles, grazie alle trasparenze, iperfemminili ma con garbo, e ai preziosissimi ricami, tempestati di cristalli.

Forme leggere e sinuose vedono l’alternarsi di orli maxi oppure mini con strascico. Gli scolli, se presenti, sono molto profondi, ma l’eleganza di questi abiti da diva resta inalterata. Il chocker si trasforma in fiocco voluminoso in seta, cromaticamente en pendant con l’abito: champagne, cipria, ghiaccio, platino e silver sono le tenui sfumature più usate, ma alcuni vestiti si fanno notare per toni più scuri e vivaci, come nero e corallo.

Una collezione di abiti destinati alle grandi occasioni – da guardare con gli occhiali da sole – ad eccezione di alcune uscite, nelle quali i ricami restano simbolici dettagli, pur senza perdere di eleganza. Sorprende, poi, l’uscita in shorts: raffinatissimi, in seta e lunghi sul retro.

In chiusura la proposta wedding, per una sposa esigente che vuole vivere una favola firmata ES, grazie a tulle, brillanti e un bianco poco convenzionale.

Piume danzanti nell’aria e copricapi tempestati di cristalli enfatizzano ancor di più l’era nella quale Elie Saab ci ha voluto accompagnare per mano, a distanza di quasi 100 anni. E che, siamo sicuri, presto vedremo ritornare più moderna che mai sul red carpet.