Elie Saab

Alessandra Cesana
29 settembre 2018

Ancora una volta alla Paris Fashion Week Elie Saab ha dato prova del suo savoir fair, rendendo il pattern floreale, spesso (ab)usato nelle collezioni primaverili, originale, inconsueto e raffinato come non mai.

Il fil rouge delle uscite per la primavera-estate 2019 è la bellezza del mondo naturale, declinata in raffinati ricami su pizzo bianco o nero in cui le forme floreali sono talmente delicate da essere impalpabili, in tagli laser su gonne e giacche in pelle in un perfetto equilibrio fra sensuale, femminile e sofisticato e, infine, in veri e propri pattern stampati su seta in cui coloratissimi fiori emergono da un fondo nero.

Sono proprio i colori di questi a essere ripresi in un motivo a righe verticali – bianche, rosse, nere, gialle, blu e verde marino – declinato in una power suit, già oggetto del desiderio. La medesima fantasia striped si trova anche in un eccentrico completo leopard, con ampi pantaloni e un blazer appena sotto i fianchi. A rompere gli schemi di questa collezione un little black dress con spalle che riecheggiano gli anni Ottanta, elemento ripreso anche in alcuni abiti da sera ricoperti di lustrini.

La sfilata si chiude con una successione di abiti da sera, con i quali lo stilista libanese è solito deliziarci: gonne asimmetriche, spalle scoperte, spacchi vertiginosi, scolli profondi e incroci ultra chic, ma l’estrema raffinatezza di Elie Saab si può ora avere anche in versione daily.