Elie Saab

Mirco Andrea Zerini
22 gennaio 2014

01

Candore ed eleganza, arte e stile bon ton nell’ouverture dell’Haute Couture targata Elie Saab. Abiti che sembrano boccioli pronti a schiudersi per dare il benvenuto alla primavera, lunghi o corti, ampi o più stretti, monospalla con spacco laterale o con maniche lunghe e giochi di trasparenze. Un trionfo di colori pastello: dall’avorio al rosa pallido, dal bianco al perla, dall’azzurro al lilla, fino al momento clou in cui appare il rosso e nel finale in cui compare il nero.
Una donna idilliaca, sognante, quasi inserita in un contesto bucolico di derivazione virgiliana, ma che osa essere sensuale grazie a trasparenze e pizzi a cui lo stilista libanese non può rinunciare.
E in conclusione, uno splendido abito pensato per un matrimonio fiabesco, con la freschezza di un petalo e un velo lungo fino a terra quasi impalpabile.

Mirco A. Zerini

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11