Elisabetta Franchi

Ottavia Pomini
24 febbraio 2018

Elisabetta Franchi racconta la moda degli anni ’70 nella sua collezione per l’autunno-inverno 2018/2019, andata in scena alla fashion week di Milano. Ad incarnare lo spirito di questa linea l’attrice Monica Vitti, musa ispiratrice della stilista, simbolo moderno di autenticità e dei mitici Seventies: un decennio pieno di grandi rivoluzioni, dove le donne gridavano il proprio potere attraverso manifestazioni, minigonne e ribellioni. La designer ha voluto prendere spunto dal carisma, dal grande fascino e dall’intelligenza vivace della sua musa per raccontare una donna spontanea, sagace e ironica, che grida a testa alta nel mondo tutto al maschile in cui si trova.

Il punto di forza della collezione è una variegata palette di colori, che, intrecciandosi creano combinazioni di grande impatto. Gli ocra si alternano al vivido lampone, mentre la soffice nuance zucchero filato si mescola a toni decisi come pavone e petrolio.

In passerella geometrici intrecci dalle stampe multicolor diventano losanghe e linee diagonali, creando movimenti optical sui tessuti fluidi. Sfilano pantaloni palazzo abbinati a capispalla oversize indossati sopra a luccicanti bluse; maxi pullover a collo alto si accostano a gonne strette in vernice, che delineano una silhouette iper glamour. I look sono completati da accessori di gusto Seventies, decorati da dettagli in resina e plastici, come altissimi stivali cuissardes e borse a tracolla o hand-bag da portare sotto braccio.

Un mix di colori e stili che incarnano la nuova donna di Elisabetta Franchi: una bellezza grintosa, determinata e indipendente, raccontata attraverso la leggerezza carismatica di un’icona.