Ermanno Scervino

Matteo Croci
24 febbraio 2018

Il maschile che si mixa al femminile. È questo l’ingrediente fondamentale della nuova collezione firmata Ermanno Scervino per la donna dell’autunno-inverno 2018/2019.

I canoni stilistici del celebre brand rimangono immutati e mantengono sempre lo stesso appeal: i cappotti hanno tagli sartoriali apparentemente asimmetrici e si arricchiscono di dettagli in pelliccia, i montoni sono impalpabili al tatto, morbidi come cashmere e si indossano con maglie oversize interamente ricamate e gonne in organza o tulle.

Gli elementi essenziali della collezione? Il tartan in tonalità accese che rende originali abiti, gonne e persino tailleur e il pizzo chantilly, che disegna silhouette femminili e sofisticate.

In chiusura, l’abilità e l’estro del designer colgono come un fulmine a ciel sereno e prendono forma in abiti lunghi, corti e midi in organza leggerissima, con giochi di rouches che sembrano creare fiori 3D, pensati per il Red Carpet. La palette? Naturalmente vitaminica, che sdogana in un attimo colori frizzanti anche per la stagione fredda.

Una collezione bella nel vero senso della parola, pensata per essere indossata in ogni circostanza da donne di qualsiasi età: Scervino conferma il suo amore per l’universo femminile, popolato di creature moderne che, in linea con la contemporaneità, sono romantiche e pragmatiche allo stesso tempo.