Fendi

Alberto Corrado
13 gennaio 2014

01

Dici Fendi e dici luxury.
In questa collezione firmata da Silvia Venturini Fendi, la “vibrazione primitiva della tattilità selvaggia dei materiali” si concilia, esalta e si fonde con “ogni possibile esigenza di capi che sono High Tech”.
Le pellicce e le borse, come da tradizione Fendi, sono i due punti di forza di questa collezione, che porta in scena un uomo dall’allure british.
Una collezione che trasforma i canoni del guardaroba maschile pur usandoli nella loro forma tradizionale raccontandolo attraverso le pellicce come se fossero fili di lana : i maglioni con lo scollo a V di visone, o il parka di visone cangiante o il cappotto di marmotta blu e marrone.
Certo, sarebbe bastato vedere questo, ma in realtà occorre aspettare i giacconi di neoprene che sembra coccodrillo e che si fonde con la pelliccia per capire fino a dove è stata spinta la ricerca che usa la tecnologia per esaltare la creatività che spiazza le eterne certezze.
L’iconica Peekaboo viene proposta per la prima volta in versione maschile e, con la sua eleganza raffinata e sussurrata, riassume l’essenza della collezione portata in scena in questa edizione della Milano Fashion Week.

Alberto Corrado

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9