Henrik Vibskov

staff
22 settembre 2010


La collezione Primavera/Estate 2010 è ambientata in un universo dominato da un drammatico e ancora sconosciuto avvenimento accaduto da poco, un’atmosfera post-apocalittica: ma uomini e donne, pur vivendo un mood generale dark, portano comunque un senso di ottimismo che è insito nella vita di microrganismi che compiono lo sforzo di ricreare ciò che è stato distrutto.
Il concetto di sopravvivenza è richiamato da accessori di salvataggio quali fischietti, corde e binocoli.
I riferimenti al militare e alla vita tribale completano l’idea di protezione e di aumentare la forza, l’uomo ha un fit stretto per trasmettere accoglienza e protezione, la donna all’avanguardia irradia forza senza compromessi e femminilità: un taglio su tema bi-dimensionale crea silhouette “tirando” rettangoli e cerchi e rendendo le forme molto semplici e iconiche.
Fischietti d’emergenza, barattoli, corde e binocoli ne aumentano la forza fondendosi in un unico linguaggio.

Leonora Cassata