Hermès

Martina D'Amelio
22 gennaio 2018

Una collezione avvolgente, naturale, intramontabile: Véronique Nichanian porta in scena a Parigi il prossimo autunno-inverno firmato Hermès.

A St Thomas Aquinas, un ex monastero domenicano del XVII secolo riscaldato per l’occasione da grandi bracieri, sfilano algidi modelli che sembrano non essere nemmeno infastiditi dalle scintille. E, sembrerebbe, dallo scorrere delle mode.

Tutto ciò che serve all’uomo Hermès – anche questa volta – è una buona dose di stile, mixata alla consueta eleganza e ricercatezza dei materiali. Così, se la stilista si concede il motivo cool ispirato alla montagna “Endless Road“, è solo per arricchire ricercati maglioni turtleneck di cashmere oppure ricamare giacche di pelle già preziose di per sé. Da abbinare con disinvoltura a pantaloni da completo scivolati in morbida flanella, oppure allo sporty parka in coccodrillo marrone. Solo i volumi, nettamente più oversize del solito, conferiscono al guardaroba di quest’uomo sofisticato un’attitudine maggiormente casual rispetto alle precedenti collezioni, sottolineata anche dal ritorno del tessuto Toilbright della Maison, l’idrorepellente più chic mai visto prima, protagonista questa volta di trench e cappotti.

L’outfit più classico, a base di cardigan e suits, si fa shiny grazie alla seta jacquard traslucida. Tutto è portabile e desiderabile, a partire dagli accessori: maxi borsoni da weekend in pelle e hiking boots da ufficio. Un guardaroba al maschile inossidabile.