Jean Paul Gaultier

Vittorio Francesco Orso Ferrari
23 Gennaio 2019

Dressed to impress” recita la presentazione della collezione spring-summer 2019 firmata Jean Paul Gaultier, e come dargli torto: colori sgrangianti e sfumature vivaci accendono la passerella Haute Couture.

È il mare a farsi continua ispirazione di questa nuova linea: l’iconica Marinière firmata Gaultier vieni reinventata in molteplici accezioni, che spaziano dal bustier al blazer, dal taffetà alla seta.

Ma non sono solo le onde dell’oceano a raggiungere le spiagge dell’Alta Moda parigina: anche il Giappone diventa infatti motivo ricorrente in questa collezione fatta di completi severi, abiti sfrangiati e pantaloni attillati.

Sono però le spalle a diventare il punto forte di mini-abiti e giacche tradizionali: gli anni ’80 vengono così esasperati fino a trasformarsi in borchie pungenti che spiccano dal corpo toccando il cielo.

Copricapi stravaganti, stampe etniche e variopinte, strisciate rainbow e stripes bicolor inondano la passerella, mentre una raggiante Dita Von Teese solca il catwalk come solo una vera Guest Star sa fare.