Jil Sander

Alessandra Cesana
21 Giugno 2019

La semplicità impareggiabile è protagonista della collezione primavera-estate 2020 firmata Jil Sander. Fedeli ai valori della Maison, Lucie e Luke Meier si approcciano all’universo della moda maschile per la seconda volta.

Siamo nel XV° arrondissement parigino, l’edificio è fatiscente e il set, ça va sans dire, è minimalista. In passerella una collezione sartoriale e dai volumi ampi, con camicie scollate a V o alla coreana, cappotti dalle linee semplici, blazer leggermente over e pantaloni morbidi.  Il blu cobalto compare qua e là ritmando una collezione prevalentemente bianca e nera, con alcune uscite marrone e azzurro tenue. Gli accessori infine completano il look: maxi bag bicolore o con rivestimento in rete si alternano a piccole borse la cui forma ricorda quella  delle confezioni di latte. Ancora una volta Jil Sander si può descrivere con due parole: effortlessly chic.