Les Hommes

Alberto Corrado
11 gennaio 2014

01

Elementi basici come t-shirt, felpe e bomber reinterpretati e trasformati in elementi dal raffinato rigore. Tom Notte e Bart Vandebosch, il duo di stilisti di Les Hommes, hanno preso pezzi dalla strada e li hanno trasformati secondo la loro particolare chiave stilistica.

Dalla rarefatta atmosfera di un immaginario salone di alta sartoria maschile hanno tratto le silhouette classiche e i tessuti della tradizione – tweed, Harris tweed, herringbone, principe di Galles – in un mix and match dal gusto impeccabile.

Stampe e ricami riprendono tre temi diversi: l’onda, la gru, il fiore di susino. Motivi rubati dai paraventi orientali che potrebbero ornare un antico atelier, ma ridotti dal duo alla loro essenza. I disegni sono riprodotti in maniera seriale in modo da trasformarli in segni grafici. Il romanticismo di fondo evolve quindi in una forma decisamente sobria e maschile.

La costruzione quasi matematica del tailoring è rafforzata dalla giustapposizione di materiali diversi. Da quelli più pesanti, normalmente utilizzati per i cappotti ma qui usati per i completi; ai più leggeri, come l’organza delle camicie.

Così nella commistione di materiali preziosi: astrakan, lana alpaca, merino e pelle si sposano in un effetto di sottili rimandi. Un gioco di contrasti, qualità emblematica dello stile Les Hommes, che si traduce in una tensione materica e trova la sua ideale soluzione in una figura slanciata, moderna, aristocratica.

Colori dominanti sono il nero e il grigio che unificano e danno profondità a tutta la collezione.

Alberto Corrado

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9