Loewe

Vittorio Francesco Orso Ferrari
28 settembre 2018

Dopo i primi scatti di Steven Miesel pubblicati in anteprima per la campagna pubblicitaria SS19, ha finalmente sfilato a Parigi la collezione primavera-estate 2019 firmata Loewe.

Una donna nomade, un’hippy moderna è la musa per questa nuova sfida del direttore creativo Jonathan Anderson: una palette desertica che spazia dall’arancione al sabbia e dal bianco al verde, si impregna di sapori etnici e di viaggi lontani, a metà tra sogno e realtà, ricordo e presente.

Le forme si fanno ampie ma sensuali, le silhouette morbide e le linee semplici e precise; tagli sartoriali si accostano a cuciture non finite, mentre strappi street compaiono su tailleur dal gusto classico.

Sono la materialità del knitwear e la lucentezza della seta a farla da padroni: caldi maglioni, larghi e lavorati diventano l’abbinamento perfetto di lunghe camicie in seta, raffinate e femminili.

Ad accompagnarle, sneaker in camoscio che si allargano ampie alla caviglia, trasformandosi in stivali-scarponcino per passeggiate all’insegna dell’avventura.

Last but not least, la borsa: si conferma accessorio per eccellenza, rigorosamente in pelle, capace di diventare maxi per lo shopping o mini pochette per serate da mille e una notte.