Maison Margiela Artisanal

Vittorio Francesco Orso Ferrari
24 gennaio 2018

La linea Artinasal di Maison Margiela sfila più moderna che mai sulla passerella Haute Couture primavera-estate 2018.

Attorno le sculture di Jessi Reaves prendono vita le opere arcobaleno firmate John Galliano, abbagliando di flash colorati gli spettatori rapiti di fronte alla scoperta di nuove forme aliene.

Geishe provenienti da chissà quale galassia lontana, donne come demoni appena usciti dalle fiamme dell’inferno e spaziali regine egizie sfilano in un turbinio di sfumature e vivaci contrasti.

Il pvc e il poliuretano si trasformano in tessuti nobili, capaci di fare di un vestito un sogno indimenticabile; il pizzo e lo chiffon si abbinano invece a questa nuova etica futuristica, completando con eleganza i formidabili capi tecnici.

Uno spirito sportivo di fondo pervade infine ogni look: catene, sneaker oversize e guanti in gomma diventano accessori perfetti se portati al fianco di cappelli da baseball e giubbotti high-tech.

A metà tra il pop e il futuristico, tra l’astronauta e l’extraterrestre, la donna Haute Couture di Maison Margiela si crea una nuova identità, libera e contemporanea.