MSGM

Mirco Andrea Zerini
21 settembre 2018

“Contiene Sogni”: recita così l’invito insolito alla sfilata primavera-estate 2019 di MSGM, una scatoletta di pillole con tanto di posologia.

In sottofondo una versione inedita di Dream On dei Depeche Mode e in sala un’atmosfera onirica e sognante: Massimo Giorgetti parte proprio da qui per esplorare un mondo fatto di stampe floreali sfocate, pattern color block, effetti tie dye e maxi scritte che compaiono su mini e midi dress in chiffon leggerissimo, abiti fascianti e drappeggiati, maxi pull intarsiati e completi in denim su cui esplodono le fioriture dai contorni ben delineati.

In passerella una collezione assolutamente femminile e ladylike, che mixa attitudine romantica e streetwear, tra continui richiami ai primi gloriosi anni di storia del brand e sguardi attenti ad un futuro che è sempre più vicino.

Sul finire dominano una serie di abiti cortissimi ricoperti di piume di struzzo a righe multicolor, da abbinare a denim jacket, sandali “piumati” ed ankle boots texani.

Una collezione ricca e sofisticata: la visione eclettica di Giorgetti porta una ventata fresca e divertente nella fashion week milanese, ma questa volta in maniera più matura e consapevole.