Off-White

Matteo Croci
19 gennaio 2018

Il tailoring e lo streetwear convivono sulla passerella per il prossimo autunno-inverno firmata Off-White, il brand diretto da uno dei designer più popolari e ricercati del momento: Virgil Abloh. Siamo al Centre Pompidou di Parigi, con un set rosso intenso allestito a tribuna, proprio come alcune uscite in passerella.

Lo stilista, da sempre attento alle tendenze e capace addirittura di anticiparle, racconta la crescita dell’uomo, che da giovane ragazzo ribelle si affaccia alla generazione degli adulti, con la necessità di adattare il suo guardaroba anche alla vita lavorativa. Di conseguenza va in scena un nuovo twist dei canoni stilistici del brand, e Virgil dimostra di saper tagliare e disegnare anche silhouette rigorose ed eleganti.

È così che nasce una collezione che per definizione è business casual – binomio ricorrente come ricamo su alcuni dei capi – composta da abiti sartoriali dalle linee rilassate, pantaloni a vita alta comodi abbinati a camicie con effetto torchon sul busto, capispalla in peluche o trench coat trasparenti e completi in pelle.

Il tutto è condito abilmente con gli essential del brand: il jeans effetto used, la felpa oversize stampata, statement ed effetti tie-dye sulle maniche della maglieria.

Ad arricchire i look, le Air Jordan 1 di Nike – il brand di sportswear con cui Virgil ha collaborato di recente per una Capsule Collection sold out in pochissime ore – così come borse e borselli in pelle con logo ben in vista. L’accento casual per l’appunto.

Off-White trionfa anche questa volta, con oltre 700 persone in sala e uno stuolo di fanatici del marchio all’esterno.

Nel parterre anche l’artista Takashi Murakami, amico di Virgil. Che sia l’inizio di una nuova collaborazione? Non possiamo dare una risposta certa, ma di sicuro possiamo affermare che Off-White si conferma il re indiscusso dello streetwear, ma questa volta in maniera più democratica, mostrando una consapevolezza assoluta dei bisogni della sua clientela più esigente.

Nulla di casual quindi, almeno nelle sue intenzioni.