Off-White

Mirco Andrea Zerini
20 giugno 2018

Il prodigio della moda street Virgil Abloh torna a Parigi per presentare la collezione uomo primavera-estate 2019 firmata Off-White, il brand che ha letteralmente rivoluzionato i canoni imperanti del fashion system e che l’ha portato a diventare creative director di Louis Vuitton.

Protagonista della passerella è un teenager newyorkese di 17 anni che vive un’estate di ribellione e spensieratezza. Come dichiarato dal designer, “È come se lo spettatore fosse seduto sulla panchina di un parco e guardasse le persone passare, con le loro differenze e le loro sinergie”.

L’ingrediente cardine della collezione è il denim, che Virgil rielabora e stravolge in versione monocromo, used e destroyed per giacche e pantaloni; in aggiunta, t-shirt e felpe, i veri essential del brand.

La street attitude emerge chiaramente nei grafismi ripresi dalle opere dell’artista americano Dondi White – scomparso per AIDS nel 1998 – così come nel logo “Off” e nelle parole che compaiono stampate sui capi in passerella.

L’animo da teenager è invece sottolineato dai personaggi e dai fermo immagine del cartone animato “The Simpson”, stampati su felpe e maglioni in versione oversize.

Gli accessori sono realizzati in tandem con alcuni dei marchi più amati da Virgil: zaini Rimowa e due nuove sneakers Nike – le Blazer Mid e le Air Max 97 – che si aggiungono a gioielli e portachiavi vistosi, in perfetto american style.