Paola Frani

staff
22 settembre 2010


Una donna a metà strada tra il naturale e il concetto: tutto viene riportato nella collezione della stilista secondo un percorso in divenire.
I colori predominanti sono il bianco e il beige, il primo rappresenta l’essenza e la pulizia, l’ aria e la luce, utilizzato in tutta la maglieria lino shiny creased effect e nel geo jersey devorè dell’abito frange; il secondo è chiaro come la sabbia come nella maglieria viscosa sfumata.
I materiali utilizzati sono principalmente il lino, declinato in tantissime versioni, come garza o lino stretch o abito ricamo in jersey o con paillettes matt.
Ancora la seta, per i drappeggi di impalpabili abiti con òuminescenti ricami jais, e infine il camoscio, a effetto nappato sulla giacca e sull’abito dai tagli tecnici con frange.
Altri colori presenti sono il rosa nelle tonalità più scure, peonia e buganvillea, in falso camaieux sul top in pizzo fucsia-carne, o la stampa fiori specchiati per enfatizzare le sensazioni, i cinque sensi in continua contaminazione, come in un giardino tropicale.

Leonora Cassata