Paul Smith

Beatrice Trinci
23 Giugno 2019

Sfila a Parigi l’eleganza fresca e contemporanea di Paul Smith, che per la primavera-estate 2020 porta in passerella la quintessenza dello stile British in uno show co-ed.

Una collezione essenziale e pulita, dove spuntano completi sartoriali dalle linee morbide, blazer doppiopetto con maxi spalline, classici trench e pratiche giacche multitasca, da indossare con bermuda leggeri o insieme a pantaloni ampi in cotone o in pelle opaca, gessati o a fantasia floreale.

Il fil rouge della linea? Il colore, che tanto piace al re della moda made in UK e che la prossima stagione estiva impreziosirà il guardaroba uomo di tonalità sobrie, come il rosa confetto, il cipria, il giallo tenue e il menta – cromie pastello che si mescolano con decisione a tinte più elettriche, dall’arancione fluo al canarino, dal ruggine al seppia, fino al blu cobalto, in un viaggio caleidoscopico dalla virilità chic e disinibita.

A completare gli outfit ad alto tasso di britishness gli accessori, con cappelli da pescatore, stivali lucidi cowboy-inspired, sacche in pelle da portare a tracolla e borsoni da viaggio oversize.

Una collezione minimale che sta tutta nel dettaglio.