Rick Owens

Alessandro Brazzelli
18 gennaio 2018

Il fiore all’occhiello del programma della settimana della moda di Parigi è Rick Owens, che presenta la sua visione gotica al Palais De Tokyo.

L’eccentrico stilista statunitense mette in scena un vero e proprio show, una mostra d’arte contemporanea in movimento: per Rick, che ha trascorso decenni a provocare, scioccare e ispirare l’industria della moda, i canoni estetici del “bello” sono ribaltati. E lo dimostra ancora una volta. “Penso che stiamo entrando in un periodo di conservatorismo e di piccolezza creativa. A volte mi sento scoraggiato, e ciò ti impedisce anche solo di provare a creare cose nuove. Ma poi penso: quanto ci vuole per essere un designer?” ha dichiarato.

Molti look in passerella sembrano essere scuciti e poi riassemblati. Orli ruvidi fiancheggiano i lati di molti dei cross-body, abiti e tuniche che spesso rivelano il corpo sottostante. A dominare sono le tinte scure, i neutri, che vanno dal nero al deciso grigio, dal bianco al fango.

Parka laminati stravaganti e sovradimensionati, completi e mantelli imbottiti, pantaloni ampi e morbidi avvolgono i modelli che, nonostante il passo svelto in passerella, non riescono a donare movimento a questi capi fermi nella loro staticità. Da abbinare a stivali Romper Stomper e ugly sneakers, all’insegna dell’heavy techno.