Valentino

Mirco Andrea Zerini
22 gennaio 2014

01

Natura e musica s’incrociano sulla passerella di Valentino Haute Couture per immergerci nel “viaggio fantastico”, proprio come è stato definito dai designers Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli. Sulle note de “La Traviata” di Giuseppe Verdi e in un continuo eco ai capolavori della pittura, sfilano abiti incentrati su trasparenze e pizzi, cappotti raffiguranti bestie esotiche e i loro cuccioli o con coloratissime farfalle applicate, abiti impreziositi da piume, lunghe tuniche monocrome, completi in seta cruda sfrangiata e annodata a mano.

Le linee sono pulite ed essenziali e contribuiscono a donare quel senso di leggerezza che caratterizza la collezione; i dettagli sono minuziosi e curatissimi. I colori sono basilari e mai azzardati: nero, verde sottobosco, marrone, grigio tortora; le lavorazioni sono di grande pregio e garantiscono quel lusso e quell’eleganza estrema, care già al celebre Valentino Garavani.

Mirco A. Zerini

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9