Valentino

Luca Antonio Dondi
18 gennaio 2018

Ad aprire in grande stile la Fashion Week parigina ci pensa una collezione firmata Valentino per autunno-inverno 2018/2019 fatta di romanticismo e punk aristocratico, leggerezza ed eleganza secondo una nuova estetica.

Il lato dark di Pierpaolo Piccioli si rivela in passerella come elemento che non rinuncia al buongusto e allo charme, ma si conforma ad un mood di una contemporanea raffinatezza. La ribellione dell’uomo Valentino è sottile, intima, ordinaria ma consapevole. Parte dal colore: nero sopra ogni cosa, poi grigio e blu notte fino ad arrivare improvvisamente ad accenti di giallo, turchese, rosa, rosso e verde, inaspettati quanto desiderati. L’uniforme quotidiana è libera da ogni schema ma ben calibrata: pullover di lana, turtleneck in tessuto tecnico, pantaloni morbidi, cappotto e sneaker total white per trasmettere leggerezza.

Nei long coat, nei cappotti doppiopetto e nelle cappe si scorgono intarsi Couture e silhouette zoomorfe ripescate dall’archivio della Maison; bomber e impermeabili lasciano spazio a una sofisticata stampa camouflage; i piumini – tra i quali spicca una variante lunga in collaborazione con Moncler – strizzano l’occhio allo streetwear e riportano l’ormai iconico lettering VLTN. Logo che ritroviamo, infine, sugli accessori: marsupi portati a mano, tote bag in pelle e borse messenger in nylon completano la divisa maschile del neopunk borghese pronto ad invadere i salotti di Parigi.