Versace

Mirco Andrea Zerini
13 gennaio 2018

Le passerelle milanesi accolgono la collezione autunno-inverno 2018/2019 firmata Versace. Dopo l’indimenticabile tributo al fratello Gianni dello scorso settembre con le indimenticabili top model del passato, Donatella torna in campo con una collezione colorata ed eccentrica, che riecheggia perfettamente l’heritage e l’iconografia classica della Maison.

L’energia sprigionata dai capi è elettrizzante e sottolineata da un mix and match incessante di pattern iconici e nuovi, di materiali, di vestibilità e di proporzioni.

Il tartan dei completi maschili è declinato in una palette ampia di tonalità vivaci; l’animalier diventa l’elemento essenziale dei capispalla e si porta abbinato a camicie in seta, il velluto suggerisce un’idea di opulenza grazie alla stampa broccato.

Un uomo forte e deciso, con un animo vagamente punk che vira verso il tailoring da dandy contemporaneo; il tutto mantenendo sempre un tocco di eccentricità e di colore.

A rompere gli schemi, maglioncini V-neck da schoolboy e la logo mania delle sciarpe oversize mentre, ai piedi, le nuovissime sneakers, emblema di quel decorativismo che riattualizza l’immaginario della Medusa.

Il compito di Donatella di replicare il successo dello show precedente era arduo, ma la sua attenzione per i canoni estetici voluti da Gianni, unita a quella per le nuove generazioni e i gusti dei Millennials, le hanno permesso di lasciare nuovamente un segno indelebile.