Vivienne Westwood

Vittorio Francesco Orso Ferrari
3 marzo 2018

È ancora una volta Andreas Konthaler, direttore creativo della Maison e marito della fondatrice, a firmare la nuova collezione autunno-inverno 2018/2019 per Vivienne Westwood.

Una linea che nasce da una dichiarazione d’amore in piena regola, e che omaggia Westwood prima come moglie e poi come stilista: gli abiti e i look in passerella diventano ricordi indelebili, fotogrammi impressi nella mente di eventi e momenti significativi della loro relazione.
Le stampe e le forme del passato riaffiorano sui capi, rivisitati e resi moderni, accattivanti e dirompenti: una linea che irrompe in passerella, in grado di far rivivere quella ribellione creativa che da sempre caratterizza la designer.
Ed è così che prendono forma le punk-skirt vittoriane, gli abiti drappeggiati, i vestiti in pvc fetish, le tute super attillate, che giocano con le stampe d’archivio.
Colorata – rosso, giallo, rosa – e raffinata nei tessuti – raso, chiffon, piume ed ecofur -, la nuova collezione si completa di sandali dal tacco a spillo, enormi boots con maxi platform in vernice e stringati fino al ginocchio, oltre ad inusuali copricapi.