Lifestyle

Shhh…Silencio a Parigi

staff
13 gennaio 2012

Battezzato “Silencio”, in onore dell’enigmatico “Mulholland Drive”, il nuovo locale di David Lynch è proprio il posto dove andare se si vuol far parte del gruppo più cool di Parigi.
I proprietari del Social Club ( l’omonimo locale – altrettanto famoso – di fianco al Silencio) hanno dato totale libertà creative al noto regista, che così ha potuto sbizzarrirsi, dando vita ad un luogo unico, esclusivo ed originale, capace di soddisfare ogni desiderio.
Inspirato all’indimenticabile locale del film “Mulholland Drive” e costruito con materiali e mobilio rigorosamente su misura, il Silencio gode di uno spazio di 650 metri quadrati, che  ospitano un cinema di 24 posti, una  sala dedicata ai concerti live, una pista da ballo, una libreria d’arte e una sala fumatori di alto design.
Il locale si trova in Rue Montmartre e da fuori è estremamente anonimo: l’accesso è costituito da una semplicissima porta nera, quasi irriconoscibile per gli
estranei e priva di alcun indizio che possa svelare cosa si può trovare all’interno. Scelta è chiarissima: solo quelli che sono a conoscenza della sua esistenza e posizione possono provare ad entrare.
Come nella maggior parte dei locali di Parigi, riuscire ad entrare al Silencio è pressoché impossibile. Infatti, prima di mezzanotte è  necessario essere membri e quindi pagare; altrimenti, bisogna assolutamente conoscere le persone giuste. Il che risulta piuttosto difficile, anche per coloro che ogni settimana da quando il locale ha aperto – alcuni mesi fa – sono diventati degli abituè. L’unica è sperare che si ricordino della tua faccia
quando stai cercando disperatamente di oltrepassare il minaccioso cordone nero.
I pochi privilegiati che hanno una membership – la quale non si può comprare, ma è offerta solo ai clienti più fidati – sono gli unici a poter ascoltare i concerti nelle sale speciali: The Kills, Lykke Li e Gonzales sono tra gli artisti attesi nel prossimo periodo.
In generale, la musica e la clientela sono eterogenei, proprio nello spirito
irregolare del locale: una notte ci può essere musica electro-pop apprezzata
da una clientela hipster, mentre quella dopo il rock vintage potrà attrarre
gente più adulta. Straniante, l’effetto sorpresa che regala ogni volta.
Ma una cosa è certa: al Silencio tutto è concesso. Non c’è classificazione che tenga, nè moda: nella sua variegata mutevolezza il Silencio ti fa sentire speciale.
Tuttavia, non fatevi ingannare dal nome: se da fuori il locale rimane incognito e “silenzioso”, una volta dentro come Alice nel Paese delle Meraviglie si è catapultati in un mondo surreale che solo David Lynch riesce a creare, in cui tutto è possibile e la musica ti entra dritta nelle vene.
Silencio è aperto ogni giorno dalle 18 alle 6. Solo i membri possono  andare al cinema e ai concerti. Per i fortunati, la membership costa €65 al mese e €780 all’anno.

 

Ilaria Maria Sofia Gilardini


Potrebbe interessarti anche