Auto

Si chiama Tipo ma è tutta un altro tipo di auto…

Cesare Lavia
8 dicembre 2015

FOTO COPERTINA

Si è appena concluso con grande successo di pubblico il “porte aperte” di Fiat in tutte le concessionarie italiane, dedicato alla presentazione della nuova Tipo.

La nuova Fiat è stata concepita per essere una vettura dallo stile distintivo, caratterizzata da massima funzionalità ed eccellenti doti di abitabilità e capacità di carico (ben 520 litri). Nasce così una vettura concreta, in grado di offrire al cliente ciò che oggi considera davvero importante. “Skills, no frills”, ha precisato Luca Napolitano, responsabile del marchio italiano per l’area EMEA.

In comune con la Fiat Tipo degli anni Novanta non ritroviamo nulla, se non alcuni particolari rivoluzionari. All’epoca, infatti, la Tipo proponeva linee all’avanguardia e tecnologia digitale, una vera innovazione per un’auto media di quegli anni. Oggi questa Tipo stupisce ancora, ma per altre ragioni, ossia per l’estrema concretezza che, unita a linee 3 volumi e al prezzo d’acquisto molto competitivo, ci fa correre ancora più indietro negli anni, fino a farci immaginare un parallelo con la storica Fiat 128.

FOTO1

La vettura nasce sulla stessa piattaforma “B-Wide” di 500X e Jeep Renegade. Sotto il profilo del design appare muscolosa, con frontale allungato e linee ben proporzionate sui fianchi. Bella la calandra anteriore e decisamente originali i gruppi ottici posteriori.

Gli interni stupiscono per l’ampio spazio a disposizione di guidatore e passeggeri, che possono godere di grande comodità per le gambe, fattore che la renderà fortemente appetibile anche per le persone di altezza superiore al metro e novanta.

Due le motorizzazioni previste, un benzina 1.4 da 95 CV e un diesel 1.6 Multijet II da 120 CV, e sempre due le versioni offerte per il momento: la Opening Edition e la Opening Edition Plus; due i disegni dei cerchi e una sola la configurazione degli interni.
Se risulta assai semplificata la gamma, di contro, tutt’altra cosa sono i contenuti presenti sulla vettura, che si caratterizza per un equipaggiamento davvero ricco e completo.
Il prezzo è davvero incredibile: 12.500 € per la versione a benzina e 16.500 per quella a gasolio. Lo slogan scelto da Fiat è infatti “Ci vuole poco per avere tanto“, e non possiamo che essere d’accordo.

FOTO2

L’equipaggiamento di serie è già molto completo, e prevede climatizzatore automatico, sensori di parcheggio posteriori, sei airbag, radio con Bluetooth, comandi al volante, cerchi in lega da 16”, fendinebbia, maniglie e dettagli cromati, finestrini elettrici posteriori, specchietti retrovisori elettrici, sedile guida regolabile in altezza, apertura del baule automatica, ESC con Hill Holder.  Nella versione Plus gli accessori di serie includono anche il sistema integrato Uconnect 5” Radio Nav, con il nuovo sistema di navigazione touch TomTom 3D, volante in pelle, telecamera posteriore, cerchi in lega diamantati da 17” e cruise control.
A richiesta, per la versione “base”, sono inoltre disponibili: il sedile guida con regolazione lombare e bracciolo posteriore, il pack sensori (sensore pioggia, sensore crepuscolare e specchietto retrovisore elettrocromico), il kit fumatori e la ruota di scorta di dimensioni normali.

FOTO3
Tutto ciò conferma quanto annunciato, in occasione della presentazione, da Olivier Francois, Head of Fiat Brand e Chief Marketing Officier, che ha voluto proprio precisare che Fiat Tipo decisamente “non è una low cost”.
Non rimane che provarla, perché, se vi piace, siete ancora il tempo per concedervi un bel regalo di Natale.


Potrebbe interessarti anche