Beauty

Smalti virtuosi: 10 formule “free” che non danneggiano le unghie

Giovanna Lovison
3 Settembre 2018

Gli smalti sono uno di quei prodotti cosmetici che utilizziamo tutte ma forse nessuna di noi si è mai interrogata su ciò che contengono. Per misurare la bontà del vostro nail polish preferito, si ragiona in “free” e si valutano quante sono le sostanze nocive che non sono contenute nella sua formula.

Sostanze come formaldeide, Dbp e toluene, ad esempio, sono normalmente incluse negli smalti perché capaci di preservarne più a lungo durata, colore e lucentezza ma poco salutari per il nostro organismo.

Gli smalti vegani, poi, sono cosiddetti tali solo se hanno una formulazione 100% naturale ma anche se, ovviamente, sono “cruelty free”, quindi non testati sugli animali e con un pennellino composto esclusivamente da setole sintetiche e non animali.

Scegliere prodotti con una formula più sana per noi stesse, per gli animali e l’ambiente è un piccolissimo gesto ma secondo noi ne vale assolutamente la pena.

Pronte a scoprire quali sono gli smalti virtuosi migliori?