Lifestyle

Smartphone detox: 5 buoni motivi per avere (anche) un cellulare senza Internet

Beatrice Trinci
6 Settembre 2019

“La storia è circolare”, dice un vecchio detto, ma mai ci saremmo potuti aspettare, in questo mondo sempre più veloce e iperconnesso, un ritorno ai… cellulari senza Internet.

Benvenuti negli anni ’90: la nuova tendenza tech – anzi, anti tech – è quella di dire addio a tutto lo smart dei telefonini. Niente connessione Wi-Fi e traffico dati, si ritorna alle chiamate e ai cari vecchi SMS – sì, proprio quelli che centellinavamo per non sforare la prima pagina, altrimenti il costo raddoppiava.

Non c’è da spaventarsi. D’altronde nello star system spiccano celebri nomi che, per vari motivi, non solo hanno scelto di rinunciare a Internet, ma direttamente ad un vero e proprio telefono. Tra loro Elton John, che ha ammesso di possedere esclusivamente un iPad per chiamare i figli via Skype quando tour mondiali lo costringono per lunghi periodi fuori casa; o Vince Vaughn, il quale ha detto un categorico no a ogni forma di mobile phone. Il perché? L’attore non vuole essere costantemente rintracciabile, quando ha bisogno o voglia di chiamare, dichiara, lo fa lui stesso. E no, non è una scelta da “età avanzata”, anche la giovane attrice Shailene Woodley ha deciso di sbarazzarsi del suo cellulare nel momento in cui si è accorta che il controllo ossessivo dei social network la stava allontanando dalle persone più care e reali.

Insomma, la nuova moda ci chiede di staccare la spina: il primo modello è uscito lo scorso anno in Corea del Sud per contrastare l’iperattività dei più giovani – e non solo –, ma oggi sono sempre di più le aziende che propongono un vero ritorno alle origini. Un nuovo trend che potrebbe far sprofondare nel panico i più addicted, eppure noi siamo certi che possano essere molteplici i pro di questa moda del “tutto torna”. Dal diminuire l’ansia al dormire meglio, ecco i 5 motivi per dare una chance ai device senza Internet.

1- Riduce lo stress e diminuisce l’ansia
L’ormai comune convinzione di poter sapere tutto su tutti, in qualsiasi momento, ci ha reso più vulnerabili. Avere accesso illimitato alle vite degli altri attraverso i social network fa infatti impennare in maniera drastica i livelli di ansia e di stress. Il motivo? “Gli altri sono meglio di me, hanno una vita più entusiasmante, un lavoro più soddisfacente e vanno in vacanza in località da sogno”: comparare se stessi conoscenti e sconosciuti è spesso la prima causa di depressione e disagio. Perciò liberatevi di questa mania di controllo, vivete la vostra vita e ricordate sempre che ognuno decide di postare in rete solo quello che vuol far vedere di sé agli altri.

2- Riattiva l’immaginazione
Immaginatevi per un momento senza Google Maps o senza un motore di ricerca sempre pronto a rispondere ai vostri dubbi. Giusto per fare un esempio, chi, senza un navigatore, saprebbe ancora oggi orientarsi tra le strade della propria città e giungere a destinazione con la stessa facilità e rapidità che le “mappe digitali” ci consentono di fare? Se la risposta vi ha gettato nel panico, niente paura, è normale. L’eccessivo e ormai naturale utilizzo di uno smartphone per risolvere ogni problema, ha rapidamente assopito la nostra capacità di riflettere e immaginare.

3- Riduce il doppio mento
Non potevamo non parlare dei benefici della tecnologia no-Internet senza badare all’estetica. Per i più vanitosi, infatti, potrebbe esserci un motivo in più per dare una chance a questo nuovo trend: gli smartphone di ultima generazione favoriscono la comparsa del doppio mento, a dirlo è stato anche uno studio che ha coniato il neologismo tech-neck per indicare quella poco amata pappagorgia causata dal prolungato utilizzo dei telefoni. Stare numerose ore al giorno con la testa china sullo schermo, infatti, accentuerebbe drasticamente quel dettaglio estetico che, ammettiamolo, nessuno trova affascinante.

4- Migliora il sonno
È ormai risaputo che la luce blu dello schermo interferisce notevolmente con il sonno, disturbandolo o addirittura impedendolo del tutto. Se non volete svegliarvi stanchi, nervosi e con due occhiaie che potrebbero far concorrenze a quelle di un panda, prendete l’abitudine di spegnere il cellulare qualche ora prima di andare a letto. Poggiarlo sul comodino, infatti, non è un’opzione, poiché la tentazione di controllarlo continuamente durante la notte è ormai parte della nostra deformazione tecnologica. Insomma, per ottenere risultati soddisfacenti dire addio ai telefoni con traffico dati vi permetterà di togliere il problema alla radice.

5- Lascia più tempo per ciò che si ama
Quante volte avete avuto in programma di dedicare una serata a voi stessi e alle cose che più amate, per finire poi sul divano a scrollare per l’ennesima volta il feed di Instagram? È ora di dire basta: con i cellulari senza Internet sarà possibile leggere finalmente quel libro che avete lasciato ammuffire sul comodino o guardare un film seguendone la trama fino ai titoli di coda senza interruzioni e pause.



Potrebbe interessarti anche