Green

Sostenibilità e il patrimonio agricolo italiano: gli appuntamenti segnare in agenda

Alessandra Buscemi
22 giugno 2018

Biodiversità, valorizzazione del patrimonio naturale e agricolo sono i temi sostenibili della rubrica di oggi, insieme all’incontro tra arte ed ecologia, con il grido d’allarme di un’iniziativa culturale e artistica partita a Roma questo mese.

Help the Ocean a Roma

Dal 9 giugno al 29 luglio nella magnifica cornice del Parco Archeologico del Colosseo ai Fori Imperiali a Roma, sarà visibile l’installazione luminosa HELP the Ocean dell’artista Maria Cristina Finucci, un grido d’allarme sullo stato del nostro pianeta. L’opera fa parte del ciclo, iniziato dall’artista nel 2013, con la fondazione di un nuovo Stato Federale, il Garbage Patch State, il secondo Stato più vasto al mondo con i suoi 16 milioni di kmq, che comprende le cinque principali “isole” di plastica presenti negli oceani. Il progetto è sostenuto da Fondazione Bracco.

Dall’alto si potrà notare che questa peculiare costruzione forma le quattro lettere della parola HELP, la richiesta di aiuto di un’intera epoca storica, la nostra, finalmente conscia del proprio avviato processo di autodistruzione. “HELP è un grido d’allarme – afferma l’artista Maria Cristina Finucci – che non si limita alla pur importante questione ambientale, ma pone al centro l’individuo e l’intera vita sul pianeta, in cui l’ambiente è legato indissolubilmente alle risorse naturali, alla salute, all’alimentazione, alla povertà, alle disuguaglianze, ai diritti umani, alla pace”.

Le aziende agricole dello stivale si riuniscono al Parco del Ticino

Il nostro patrimonio di produttori di qualità è protagonista a La Zelata, nel cuore del Parco del Ticino, il 30 Giugno con una serata in cui incontrare e conoscere le più interessanti realtà agricole italiane, tra cui il miele Millefiori della Riserva San Massimo, i capperi di Salvatore d’Amico, la colatura di alici di Scalia, le cipolle di Breme, i torcinelli de I Molini del Ponte, l’olio al limone di Alberto Galuffo, le spezie di TutteLeSpeziedelMondo, i pistacchi di Gemma Verde, il fior di sale di Nino Simo.

Seguirà la cena con un menù ad hoc pensato da Matteo Simonato e Mattia Abussi per valorizzare ed esaltare i prodotti delle aziende ospiti. Un momento di riscoperta dei sapori di una volta in provincia, all’interno del Parco del Ticino, in una cornice verde e rilassante.

A settembre il Festival della Biodiversità

Il Parco Nord Milano ha annunciato che la 12° edizione del Festival della Biodiversità, la manifestazione nazionale sui temi della natura e della sostenibilità, nata nel 2007 per celebrare la varietà della vita sulla Terra, si terrà dal 13 al 23 settembre 2018. Il Festival si ispira ai valori e agli intenti stabiliti dall’UE che ha proclamato il 2018 Anno europeo del Patrimonio Culturale con il claim dove il passato incontra il futuro. Secondo l’UE «il patrimonio culturale plasma la nostra identità e la nostra vita quotidiana. Ci circonda nelle città e nei borghi d’Europa, quando siamo immersi nei paesaggi naturali o ci troviamo nei siti archeologici». Gli undici giorni del Festival pongono all’attenzione del grande pubblico il tema della biodiversità come valore culturale in grado cioè di valorizzare quei luoghi, quei paesaggi e quei saperi che sono intrinsecamente legati alla natura e ai suoi cicli vitali o che, nella loro applicazione, ne preservano gli equilibri.

La maggior parte degli eventi sarà presso la Cascina Centro Parco in particolare durante i week end, ma molti sono gli appuntamenti in altri suggestivi luoghi dove #ilparcofacultura: il Museo Interattivo del Cinema, l’OrtoComune di Niguarda, Oxy.gen, i Bunker Breda, il Parco Balossa e Villa Torretta dove si svolge la consueta giornata inaugurale.


Potrebbe interessarti anche