A modo mio

Spumante Altemasi: l’eccellenza del Trentino a Palazzo Bagatti Valsecchi

Raffaella Mattioli
18 ottobre 2018

Dai più alti masi del Trentino alla ricchezza delle stanze di Palazzo Bagatti Valsecchi: durante la Milano Wine Week, che ha tenuto impegnata la città da domenica 7 a domenica 14 ottobre, ho avuto modo di conoscere e degustare un’eccellenza in fatto di spumanti italiani in una location d’eccezione come lo storico museo meneghino.

Per intenderci: il Trentino è la regione in cui nel 1902 venne iniziata la tradizione dello champagne; il risultato oggi è costituito da 38 aziende sotto il marchio Trento Doc, la prima denominazione di metodo classico ad essere dichiarata in Italia e la seconda nel mondo, dopo ovviamente lo champagne.

L’azienda vinicola Altemasi è una di queste firme prestigiose: nata nel 1993, esprime tutta la meritata fama del territorio trentino come regione ad alta vocazione spumantistica. La struttura è di altissimo livello tecnologico e di grande produttività, costituita esclusivamente per produrre spumanti Metodo Classico Trentodoc e Metodo Charmat. Un’eccellenza che crea il connubio perfetto tra tradizione ed innovazione.

Ma veniamo alla degustazione. Il primo è stato l’Altemasi Millesimato Trento Doc: nato esclusivamente da uve Chardonnay, vanta una spuma persistente ed un perlage a grana molto minuta; al naso risulta complesso, molto fine con note fruttate di agrumi e pesca; il sapore secco, piacevolmente fresco, di buon equilibrio e struttura. Io lo abbinerei ad un’ottima frittura di pesce.

A seguire, l’Altemasi Rosè Trento Doc: composto da uve Chardonnay e Pinot Nero, il colore è rosa tenue con riflessi ramati, la schiuma bianca e cremosa, il perlage fine e continuo; i profumi sono complessi con note che ricordano la ciliegia, il ribes, la mela rossa; il sapore è ricco di buon equilibrio con un retrogusto molto persistente. Perfetto per un aperitivo da accompagnare a blinis con panna acida e uova di salmone.

A chiudere, ecco l’Altemasi Riserva Graal Trento Doc, il prodotto più prestigioso della Cantina: composto da 70 % di uve Chardonnay e 30% di uve di Pinot Nero, ha una spuma bianca, un perlage fine e continuo; il profumo è intenso e complesso, con note di mela e pesca accompagnate da sentori di frutta secca; equilibrato ed avvolgente al palato, è dotato di un’acidità importante, elegante e persistente. Uno spumante da aperitivo, ma anche da tutto pasto, sublime da abbinare ad un’aragosta al vapore con burro fuso.


Potrebbe interessarti anche