Gossip

Star dalla mano lesta: 5 celeb accusate di cleptomania

Beatrice Trinci
24 Giugno 2019

Ricche, belle, famose. Sono tanti gli aggettivi elogiativi che affibbieremmo alle star di Hollywood – una vita scintillante che ci ostiniamo a sognare e immaginare perfetta e immacolata. Eppure sono tante le celeb che nel corso degli anni ci hanno fatto ricredere, nascondendo spesso dietro la loro maschera dorata vizi e vizietti, qualcuno persino criminale. Il più diffuso? A quanto pare cleptomania.

Il caso più eclatante è quello di Wynona Ryder, fermata nel 2001 per taccheggio e condannata a 4 anni di libertà vigilata; insieme a lei le acerrime nemiche Paris Hilton e Lindsay Lohan, beccate dalle autorità dopo aver rubato gioielli dal valore inestimabile, che una volta in tribunale hanno tirato fuori delle scuse alquanto creative per giustificarsi. E la lista delle mani leste potrebbe proseguire a lungo.

Curiosi di saperne di più? Continuate a leggere per scoprire le 5 celeb cleptomani più famose d’oltreoceano, che hanno trasformato il loro bisogno di evadere dalla noia in sbagli più o meno gravi, col rischio di venire arrestate ed esposte alla gogna dei media e dei fan.

WYNONA RYDER
Wynona Ryder, che presto torneremo a vedere sugli schermi della terza – e attesissima – stagione di “Stranger Things”, è la star cleptomane più famosa: un vero e proprio disturbo, il suo, che nel dicembre 2001 le costò l’arresto per aver rubato in un grande magazzino di Beverly Hills, a Los Angeles, merce per oltre 4mila dollari. La sentenza del tribunale? 4 anni di libertà vigilata, il pagamento di 10mila dollari di multe e 480 ore di volontariato, oltre che l’obbligo di sottoporsi a un trattamento di consulenza psichiatrica. Una bella batosta per l’allora 30enne, che vide la sua carriera sgretolarsi momentaneamente.

PARIS HILTON
Da una personalità così eccentrica e sopra le righe non potevamo aspettarci niente se non creatività e leggerezza. Di cosa parliamo? Della giustificazione utilizzata dall’ereditiera più famosa al mondo per difendersi dall’accusa di furto. La Hilton, infatti, qualche anno fa è stata accusata di aver rubato dei preziosi gioielli firmati Damiani del valore complessivo di 60mila dollari, seppur lei abbia sempre affermato di essersi semplicemente dimenticata di restituirli dopo averli ricevuti in prestito. Geniale.

LINDSAY LOHAN
Nel 2011 l’attrice statunitense è finita in tribunale per l’ennesima volta: in quell’occasione l’accusa era il furto di una collana da 2.500 dollari, indebitamente prelevata da un prestigioso negozio di Venice, in California. Nonostante si sia sempre dichiarata innocente, Lindsay Lohan è stata condannata a 4 mesi di carcere e 480 ore di lavori socialmente utili, anche se poi ha pagato un’ingente cauzione di 75mila dollari per non finire in cella. Chissà se la lezione le sarà bastata…

BRITNEY SPEARS
Da sempre conosciuta per la sua tendenza autolesionista, oltre che per la musica pop che ha fatto ballare intere generazioni, Britney Spears non ha mai nascosto la sua cleptomania, confessando alle autorità dopo un lungo interrogatorio di aver saccheggiato il guardaroba di un locale, rubando quattro cappotti firmati, per un valore di 28mila dollari. Per sua stessa ammissione, inoltre, la cantante avrebbe portato via senza pagare anche accendini e caramelle da numerosi bar.

MEGHAN FOX
Un destino meno turbolento quello di Meghan Fox. L’attrice, famosa per importanti pellicole cinematografiche come “Transformers”, “Jennifer’s Body” e “Tartarughe Ninja”, ha raccontato di aver avuto un piccolo trascorso in un negozio della celebre catena Walmart: da piccola avrebbe preso un lucidalabbra da 7 dollari, finendo sulla lista nera della multinazionale come “cliente non gradita”. “Una sciocchezza adolescenziale”, come l’ha definita la bella star, che non le ha portato alcuna conseguenza, visto che non è mai ricaduta in questo vizietto poco regale. Almeno lei…



Potrebbe interessarti anche