Sport

Super Marquez: 5 curiosità sul nuovo campione del mondo della Moto Gp

Alessandro Cassaghi
22 ottobre 2018

A soli 25 anni, Marc Marquez è diventato per la quinta volta campione del mondo della Moto GP, mettendo in riga rivali del calibro dei due italiani Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, ma anche Maverick Vinales e Cal Crutchlow. Pensate che ha centrato il titolo sfrecciando sulla pista giapponese del circuito di Motegi proprio a cavallo di una Honda, una delle moto nipponiche per eccellenza.

Con questa vittoria lo spagnolo – nonché  Ambassador di Tissot – è il più giovane pilota ad aver vinto sette titoli mondiali in tutte le classi, compresi cinque titoli mondiali nella classe moto GP da soli sei tentativi.

Ma chi è questo ragazzo miracoloso che corre in pista veloce come il vento? Ecco qui cinque curiosità sul neo numero uno delle due ruote.

Talento precoce. Il giovanissimo Marc Marquez inizia fin dalla tenera età a correre in pista. La prima volta che ha allacciato il casco è stato all’età di sei anni, inizialmente preferendo il motocross e le mini moto, passando in seguito alle corse su pista. Nel 2004 arriva secondo nel campionato della Catalogna; nel 2007 partecipa ad alcune prove del campionato spagnolo di velocità nel team Monlau diretto dall’ex campione mondiale Emilio Alzamora, in sella ad una KTM arrivando ottavo in classifica al termine della stagione.

Una questione di famiglia. Marc ha un fratello, ventunenne, Alex Marquez. Talento cristallino come il “fratellone”, Alex a soli 14 anni è diventato campione del mondo della classe Moto3 (la terza in ordine di importanza a livello mondiale) e dall’anno successivo corre in Moto2, l’anticamera della classe più prestigiosa al mondo: dopo il fratello Marc, avremo un altro Marquez su podio più alto del campionato?

Come passa il suo tempo libero? Anche se ha vinto il campionato del mondo di motociclismo, alla fin fine Marc rimane sempre un 25enne, con le passioni di un ragazzo della sua età. Per questo sui suoi profili social si sbizzarrisce in appassionanti corse in mountain bike (ma sempre con il caschetto in testa: ragazzi, la sicurezza prima di tutto!) oppure in allenamenti su una divertente moto da cross. Particolarmente significativa anche un’altra foto, dove il campione non è in pista, ma stringe la mano a Papa Francesco: “Un’esperienza unica conoscere il Papa e visitare il Vaticano”.

Un’esultanza davvero “fuori” le righe! Marquez confessa un curioso episodio accaduto dopo il successo trovato in Giappone, sulla pista di Motegi: “Quando ho abbracciato Alex Rins (altro spagnolo del mondiale, ndr) dopo il giro d’onore ho fatto un movimento sbagliato e mi è uscita la spalla sinistra, per fortuna c’era vicino mio fratello che me l’ha rimessa dentro. A fine stagione devo operarmi”. Poi continua: “Ora non mi fa male, ma forse domani sentirò dolore”. Ma anche il dolore passa in secondo piano, quando diventi campione del mondo!

Cinque volte campione. Ma cosa gli manca? Quando a 25 anni diventi campione in uno sport così pericoloso, quando gli sponsor ti riempiono di soldi e quando fai la vita che hai sempre sognato… cosa può mancarti? La risposta l’ha data proprio il diretto interessato ai giornalisti poche ore fa: “Cosa mi manca? La fidanzata (ride, ndr)! No, scherzo, non mi manca veramente nulla, ora ho anche un cane!”. Marc, ma che succede, da quando è più facile vincere un campionato del mondo piuttosto che trovare una compagna?

 

 

 


Potrebbe interessarti anche