News

Supreme si prepara a sbarcare in Italia

Martina D'Amelio
21 Gennaio 2020

L’interno dello store Supreme a New York

Le voci girano da un po’, ma ora sembra proprio tutto vero. Supreme si prepara a lanciare il suo primo negozio in Italia.

Il brand streetwear dei record, stando a quando dicono gli insistenti rumors, dovrebbe aprire i battenti a Milano a luglio 2020. E non con uno shop qualsiasi, ma andando ad occupare una superficie di ben 450 metri quadrati in corso Garibaldi – come si legge su Pambianco. Una boutique nel cuore glamour della città, all’altezza di via Palermo, nel quartiere di Brera.

Il marchio fondato a New York nel 1994 amatissimo dalla Gen Z da tempo sforna felpe, t-shirt , cappellini e sneakers must-have, ma è difficile fare scorta questi pezzi a tutto street per chi è lontano dall’America. L’apertura su suolo italiano, insomma, è attesissima: forse gli unici a volerla rimandare sono i marchi come Supreme Italia, che puntano da tempo su versioni legit fake (anche se la società Chapter4, responsabile di Supreme New York, di fargli registrare il marchio non ne vuole proprio sapere). Intanto, il brand (originale) continua a mietere successi e limited edition: è notizia recente la partnership con Lacoste e l’ennesima release con Nike.

Lo store milanese di Supreme andrebbe ad aggiungersi agli altri negozi sparsi per il mondo della label, che sono dislocati tra New York, Los Angeles, Londra, Parigi e Giappone. Per la gioia dei fashionisti nostrani.