News

Svolta fur free (anche) per Diane von Fürstenberg

Martina D'Amelio
8 ottobre 2018

Il nuovo trend? Il fur free. Seguendo a ruota l’esempio di altre Maison, anche Diane von Fürstenberg ha annunciato che sostituirà la pelliccia nelle sue collezioni con altri materiali a partire dal 2019.

La decisione del marchio americano arriva dopo aver stretto una partnership con Humane society of the United States e con Peta. Un primo passo verso la svolta animal friendly era già stato fatto lo scorso luglio, con l’eliminazione del mohair. Ora, la label ha intrapreso un ulteriore cammino verso l’abolizione totale della pelliccia dalle proprie linee, impegnandosi a combattere lo sfruttamento degli animali. Addio a pelli esotiche, angora &Co: in sostituzione, la Maison punterà su tessuti innovativi. Sotto la direzione creativa di Nathan Jenden, Diane von Fürstenberg continuerà per ora a utilizzare solo lo shearling di origine etica, lavorando a stretto contatto con il Council of Fashion Designers of America su una roadmap di sostenibilità.

È tempo per noi di apportare questo cambiamento e prenderci le nostre responabilità. Non promuoveremo più l’uccisione di animali in favore della moda“, ha dichiarato Sandra Campos, direttore generale del gruppo DVF. “Ci impegniamo a sostenere il passaggio a un’industria della moda più etica e sostenibile, fornendo al consumatore alternative innovative e sofisticate”.

La decisione segue quella di altri player del lusso, come Gucci, Versace, Michael Kors e Burberry. Senza contare che all’ultima London Fashion Week la pelliccia è stata interamente bandita.

Sono così entusiasta che la tecnologia ci ha fornito un modo per sentirci glamour con l’eco-pelliccia“, ha commentato dal canto suo madame Diane von Fürstenberg. E noi non possiamo che essere d’accordo.

 

 

 


Potrebbe interessarti anche