News

Swatch Group: Baselworld, addio

Martina D'Amelio
1 agosto 2018

Un altro duro colpo per Baselworld: Swatch Group ha fatto sapere che non parteciperà più al salone dell’orologeria a partire dal 2019.

L’ennesima defezione che mette alle strette gli organizzatori di MCH Group, che già quest’anno hanno dovuto fronteggiare un drastico calo di espositori, con 650 brand presenti contro il numero quasi doppio del 2017. Una riduzione che ha costretto Baselworld a ridurre di due giorni il classico periodo di esposizione, oltre al cambio di management (Michel Loris-Melikoff ha preso il posto di Sylvie Ritter dopo 15 anni).

Swatch Group intanto dichiara: “Nel contesto attuale, le fiere annuali di orologi così come sono strutturate non hanno molto senso. Devono reinventarsi diventando più dinamiche e creative”. A nulla quindi sono serviti i miglioramenti sviluppati nel format fieristico e il nuovo team: il gruppo è deciso a mollare. E le conseguenze iniziano già a farsi sentire: meno 18 brand del calibro di Breguet, Omega, Swatch, Tissot e Blancpain, tra gli altri.

Swatch Group continua (a infierire?): “Il Gruppo MCH che organizza Baselworld è stato chiaramente più interessato all’ottimizzazione e all’ammortamento del suo nuovo edificio che, per inciso, è stato largamente finanziato dall’industria dell’orologeria con la sua partecipazione durante le fiere, piuttosto che avere il coraggio di attuare veri progressi e realizzare cambiamenti veri e profondi”.

Michel Loris-Melikoff non perde le speranze: “Ci sforzeremo per farli tornare”. Ora tutti si chiedono cosa faranno gli altri: il gruppo Lvmh, Rolex &Co. seguiranno l’esempio di Swatch Group?


Potrebbe interessarti anche