Children's

Teenage Dream: la moda della Generazione Z

Martina D'Amelio
1 Maggio 2016
copertina-teenage-dream-fashion

Uno scatto della campagna primavera-estate 2016 di B-Karo, marchio francese specializzato nell’abbigliamento dagli 8 ai 18 anni

Sognare l’indipendenza, circondarsi di amici, sentirsi cool scegliendo da soli il proprio look: i teenager vivono in un mondo a parte, dove spesso la moda non è più solo un gioco.

Una fascia d’età delicata, quella che va all’incirca dagli 11 ai 17 anni: lo sanno bene i genitori, ogni giorno pronti a fronteggiare le continue richieste dei piccoli (si fa per dire) di casa. Lo scontro è sempre dietro l’angolo, anche nel momento di vestirsi: troppo grandi per seguire i consigli dei parenti, ancora troppo giovani per potersi permettere di fare shopping in completa libertà (economica, s’intende).

E poi miti, musica, icone, compagnie e mille impegni sempre dietro l’angolo che i “vecchi” faticano anche solo a comprendere. Da Justin Bieber agli Youtubers; da quella sfrenata passione per la cultura skater all’irresistibile voglia di anni Novanta; dallo snapchattare continuamente al comunicare tramite emoji, il passo è breve.

Teenage Dream: lo incarna Willow Smith, lo cantava Katy Perry, lo si scopre tra le pagine di Teen Vogue e nelle campagne della primavera-estate 2016 di, Yam Bonpoint Pepe Jeans London Teen e Chillaround, brand specializzati in questa fascia d’età

Teenage Dream: lo incarna Willow Smith, lo cantava Katy Perry, lo si scopre tra le pagine di Teen Vogue e nelle campagne della primavera-estate 2016 da Yam Bonpoint, Pepe Jeans London Teen e Chillaround, brand specializzati in questa fascia d’età

Ma se pensate che la nuova Generazione Z (Z come zappy) sia completamente all’oscuro di cosa significhi avere uno stile, vi sbagliate. Basti pensare alle teen blogger che popolano i social network e le riviste, da Willow Smith (15) a Kaia Gerber (14) a Lily Rose-Depp (16). Figlie d’arte che hanno saputo imporsi come modelle, cantanti e attrici prima ancora che come icone di stile, non solo agli occhi dei loro coetanei.

Mixare per gli adolescenti è la parola d’ordine: stampe, hipster, gipsy, denim e casual sono alla base del vocabolario modaiolo dei teenager di oggi. Ma se siete alla ricerca di regole per organizzare il loro guardaroba o coadiuvare il loro shopping, sappiate che non esistono: noi di Luuk Magazine ci limitiamo a darvi un assaggio di questo mondo variegato con tante proposte cool, da sfogliare insieme (senza litigare, mi raccomando!)



Potrebbe interessarti anche