Beauty

The Adventure of Beauty: la bellezza secondo Helena Rubinstein in mostra a Parigi

Beatrice Trinci
17 Aprile 2019

Parigi rende omaggio a Helena Rubinstein con “The Adventure of Beauty”, l’imperdibile mostra che ripercorre la vita e la fortunata carriera della celebre imprenditrice polacca. L’avventura professionale, personale e artistica dell’ambiziosa donna che Jean Cocteau definì “l’imperatrice della bellezza” diventa così protagonista nelle sale del MahJ (Musée d’art et d’histoire du Judaïsme), attraverso 300 opere e oggetti che raccontano al pubblico la sua sfavillante storia, in un variegato puzzle di colori, emozioni e sensazioni.

Visitabile fino al 25 agosto, l’esposizione ricostruisce il profilo dell’artista, trasportando il visitatore in un percorso visivo diviso in sette tappe, tante quante furono le città che segnarono significativamente la sua vita. Nello specifico, furono Cracovia (dove nacque nel 1872 da una modesta famiglia ebrea ortodossa), Vienna, Melbourne, Londra, Parigi, New York e Tel Aviv ad accogliere la Rubinstein nel corso degli anni, diventando ben presto la culla della creatività che le permise di fondare l’impero cosmetico che ancora oggi porta il suo nome.

  • Ritratto di Helena Rubinstein di Candido Portinari, 1939 – Musée d’arte de Tel-Aviv

  • Ritratto di Helena Rubinstein, 1953 – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • Red, Hot and Cool. Pubblicità per il rossetto Jazzcon Dave Brubeck e Suzy Parker. Photo Richard Avedon, 1955 – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • Helena Rubinstein nel suo laboratorio a Saint-Cloud, 1930 – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • Les bijoux de Madame – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • Helena Rubinstein indossa un tailleur Chanel, Anni 20 – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • Helena Rubinstein fotografata da Cecil Beaton, 1951, New York – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • Helena Rubinstein nel suo appartamento newyorkese, 1954 – Collection Lilith Fass

  • L’interno del salone della bellezza di Helena Rubinstein a New York, 1937 – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

  • L’appartamento parigino Quai de Béthune di Helena Rubinstein. In questa immagine è fotografata davanti alla sua collezione d’arte – Archivi Helena Rubinstein – L’Oréal

Ma Helena Rubinstein non è stata soltanto la creatrice avanguardistica ed emancipata di un impero nel mondo della bellezza, ma anche mecenate e appassionata collezionatrice d’arte, amica dei più grandi esponenti del cubismo e del surrealismo. A catturare l’attenzione all’interno della mostra, sono infatti soprattutto abiti, fotografie, arazzi, libri, ma anche incisioni, dipinti e sculture provenienti dalla sua collezione privata, oggetti preziosi che testimoniano la sua spiccata e innata propensione a tutto ciò che è estetica, bellezza, genio e stile.  Un viaggio a ritroso nei salotti e negli studi più in voga dei primi decenni del XX secolo, che permisero alla Rubinstein di collezionare opere inestimabili di Salvador Dalì, Marc Chagall, Pablo Picasso, Fernard Léger e George Braque, oltre che di indossare le creazioni dei più grandi couturier del suo tempo, tra cui Chanel, Balenciaga, Dior e Poiret.

“The Adventure of Beauty”, curata da Michèle Fitoussi, sarà inoltre accompagnata da un fitto programma di eventi, visite a tema, laboratori per bambini e tour tematici: una vera e propria full immersion alla scoperta della Parigi di Helena.

 

Helena Rubinstein – The Adventure of Beauty
Musée d’art et d’histoire du Judaïsme, Parigi
20 marzo – 25 agosto 2019
Orari: martedì, giovedì e venerdì dalle 11 alle 18; mercoledì dalle 11 alle 21; sabato e domenica dalle 10 alle 19

 

 



Potrebbe interessarti anche