News

Tod’s arruola Alber Elbaz nella sua Factory

Martina D'Amelio
8 Aprile 2019

Alber Elbaz

Alber Elbaz, ex storico direttore creativo di Lanvin, è pronto a tornare in pista. E per farlo sceglie la scuderia di Tod’s, il brand italiano guidato da Diego Della Valle.

Lo stilista infatti sarà uno dei prossimi protagonisti del progetto Factory, il laboratorio creativo del marchio che vede la presentazione di diverse collezioni durante il corso dell’anno firmate in collaborazione con le più celebri personalità artistiche. La partnership segna anche il grande ritorno sulle scene di Elbaz, che dopo aver abbandonato la casa di moda francese nel 2015 è rimasto parecchio defilato.

In cosa consisterà la collaborazione? Una collezione di accessori realizzata dal designer che sarà svelata entro l’estate con un evento speciale. I dettagli sono ancora top secret, ma si tratterà di una capsule collection ad alto tasso di stile e Made in Italy – esattamente come l’ultima firmata a 4 mani con Alessandro Dell’Acqua, la prima nell’ambito di Tod’s Factory.

Lavoriamo da anni a Tod’s Factory e sta iniziando a dare i suoi risultati, a conferma del fatto che abbiamo intrapreso la strada giusta. La prima collaborazione con Alessandro Dell’Acqua è stata di grande successo” ha dichiarato Della Valle. Che, grazie proprio al nuovo corso, sta studiando da vicino alcune modifiche a livello retail: a partire da Tod’s Apartment, il nuovo format dei negozi progettato da India Mahdavi che ha debuttato a Londra e verrà presto riproposto in altre location. Una boutique ripensata per accogliere come a casa il pubblico femminile, per una shopping experience sempre più inclusiva. Lo stesso vale per Tod’s Library, la controparte maschile, che ha debuttato di recente in-store a New York. Milano invece sarà il luogo di lancio di un nuovo format di “negozi nei negozi”, che vedrà la suddivisione dello spazio in diversi ambienti: un concept funzionale ai 1400 metri quadrati della boutique che aprirà i battenti a fine maggio in via Montenapoleone.

Insomma, il ritmo della Factory di Tod’s non accenna a calare. Anzi.

 



Potrebbe interessarti anche