News

Tommy Hilfiger scommette sul design 3D

Beatrice Trinci
3 Gennaio 2020

Anno nuovo, tecnologia nuova. Tommy Hilfiger punta tutto sul design 3D, annunciando che a partire dalla primavera-estate 2022 le collezioni firmate dal marchio statunitense saranno interamente progettate in digitale.

Sono ormai mesi, infatti, che la Maison, parte del gruppo Pvh, lavora a fianco d’ingegneri e specialisti di progettazione tridimensionale, al fine di brevettare un ecosistema di strumenti che consentano al team creativo di Tommy Hilfiger di disegnare virtualmente 20 categorie di prodotti, tra capi d’abbigliamento e accessori, con la conseguente riduzione dello spreco di campioni e l’uso di carta.

Un progetto ecosostenibile, a bassissimo impatto ambientale, che include anche una digital library di tessuti, stampe e colori, strumenti di presentazione digitale 3D e tecnologie di rendering.

“Il potenziale della progettazione 3D è illimitato e ci consente di soddisfare le esigenze dei consumatori in modo più rapido e green. La tecnologia è diventata uno strumento fondamentale nel design delle nostre collezioni e ha il potenziale per accelerare in modo significativo la nostra velocità di commercializzazione e sostituire completamente la fotografia tradizionale di prodotto”, ha commentato Daniel Grieder, amministratore delegato di Tommy Hilfiger.

Per anticipare il grande passo, il marchio lancerà, inoltre, un’esclusiva capsule collection di camicie per l’autunno 2020, completamente progettata, sviluppata e distribuita digitalmente. Perché il futuro parte (anche) dal guardaroba.

 

 



Potrebbe interessarti anche