Destinazioni

Turismo tra le stelle: la Nasa aprirà il primo hotel di lusso spaziale

Beatrice Trinci
18 Febbraio 2020

Pronti a imbarcarvi in un’avventura a dir poco galattica? La Nasa ha appena annunciato l’apertura di un lussuoso hotel cosmico sulla Iss, la Stazione Spaziale Internazionale attualmente comandata dall’astronauta italiano Luca Parmitano.

Seguito dall’azienda texana Axiom Space, l’ambizioso progetto va a unirsi alla missione Artemide, che dal 2024 porterà la prima astronauta sulla Luna dopo il leggendario sbarco del luglio 1969, nonché ad altre serie di lanci e di trasporti di materiali utili che aiuteranno l’uomo a raggiungere in maniera più veloce e sicura il nostro satellite nel prossimo futuro. Un viaggio unico per tutti i globetrotter con la testa tra le nuvole, che in pochi anni potranno avere la possibilità di dormire in una location eccezionale, dove le stelle non si contano ma si ammirano.

Una cabina di lusso, trasformata in una destinazione turistica sui generis. La promessa? Un resort spaziale, agganciato alla porta Nodo 2 della suddetta Iss, dotato di ogni comfort e di una vista panoramica, ça va sans dire, senza eguali.

Certo, le informazioni riguardanti il futuro hotel ancora scarseggiano, ma senza dubbio l’approccio sarà quello dell’abitabilità e della comodità, per offrire a ogni ospite un favoloso soggiorno sospeso nell’orbita terrestre. A metterci la firma, tra gli altri, dovrebbe essere anche l’archistar francese Phillippe Starck, che punta a realizzare un “uovo confortevole e amichevole”. Interni con divani, centinaia di piccoli led per un’illuminazione mutevole e ampie vetrate per ammirare la Terra e i suoi vicini, sono solo alcuni degli elementi che, si vocifera, entreranno a far parte degli arredi. Così come gli spazi riservati alla ricerca e all’equipaggio, fatto di astrosteward e astrohostess, personale addestrato per manovrare e gestire al meglio l’ambizioso albergo spaziale.

Una piattaforma commerciale in orbita terrestre è un’opportunità per segnare un cambiamento nella nostra società e nel nostro tempo, simile a quello che gli astronauti subiscono quando ammirano il Pianeta dall’alto”, ha dichiarato Ghaffarian, presidente esecutivo di Axiom.

Per una vacanza a 5… galassie!