Lifestyle

Una settimana per la settima arte al Festival del Cinema di Roma

Eliana Miglio
21 Ottobre 2019

Abito Vivienne Westwood e gioielli Pomellato

Ieri sera ha chiuso i battenti dopo 10 giorni il Festival del Cinema di Roma, che ha animato la capitale in tutto il suo splendore.

Una grande kermesse, nata grazie ad Antonio Monda e Laura Delli Colli, a cui ho partecipato con entusiasmo. Il film d’apertura è stato “Motherless Brooklyn” di Edward Norton, una pellicola cupa e carica di tensione, in cui Norton è anche protagonista e interpreta il ruolo di un detective malato della sindrome di Tourette.

Abito Kolchagov Barba e gioielli Pomellato

All’opening erano presenti i produttori Camilla Nesbitt e Pietro Valsecchi, ovviamente elegantissimi; ma anche molti attori, tra cui Maria Grazia Cucinotta e Catrinel Marlon – sofisticata più che mai in bianco etereo –, ma anche Wes Anderson, Bill Murray, John Turturro ed Ethan Coen, e poi il fotografo Douglas Kirkland, Jas Gawronski ed il ministro della cultura Franceschini.

Non mi sono voluta perdere anche “Downton Abbey”, che ho potuto vedere con il cast in sala: da notare che la pellicola è stata girata con gli stessi attori della serie. Mi ha fatto molto sorridere e riflettere su come gli inglesi amino le donne “opinionated”. E le attrici âgée. Strepitose come Maggie Smith, ovviamente!



Potrebbe interessarti anche