Alberghi

Vacanze nello spazio: l’hotel navicella di Orion Span è pronto al decollo entro il 2020

Clarissa Monti
24 agosto 2018

Le vacanze sono finite ma state già pensando alle prossime? Beh, potreste cominciare a sognare un viaggio davvero tra le stelle: è scoccata l’ora del turismo spaziale.

Nel 2021, grazie ad Orion Span, verrà inaugurato il primo hotel di lusso nello spazio: l’azienda statunitense con base a Houston prevede infatti di mandare in orbita la sua Aurora Station per poi aprirla al pubblico nel 2022.

L’hotel navicella viaggerà intorno alla Terra ad un’altitudine di circa 310 chilometri, cioè nell’orbita terrestre bassa, non molto al di sotto della Stazione Spaziale Internazionale, e permetterà ai suoi ospiti di ammirare oltre cento albe e tramonti nell’arco di 12 giorni di viaggio. La struttura è stata pensata infatti per alloggiare ad ogni tour un massimo di sei persone, di cui due membri dell’equipaggio e quattro turisti, che verranno preparati a questa grande avventura nell’arco dei tre mesi precedenti alla partenza, con un allenamento intensivo simile a quello degli astronauti professionisti.

Il soggiorno spaziale darà modo ai fortunati di dedicarsi a svariate attività: in primis il galleggiamento a gravità zero, ma anche la partecipazione a numerosi esperimenti sulla coltivazione di piante e fiori, oltre alla possibilità di mantenersi in comunicazione con amici e parenti grazie al live streaming direttamente dallo spazio.

Insomma, il progetto di una vacanza da veri astronauti sta per decollare. Ma a che prezzo? Si tratta senz’altro di un’esperienza destinata a pochissimi eletti, date le cifre davvero stellari richieste per soggiornare nell’hotel orbitante: i turisti spaziali spenderanno infatti circa 9,5 milioni di dollari (che equivalgono alla modica cifra di 800mila dollari a notte).

Se, beati voi, potete permettervelo, sappiate che con un acconto di 80mila dollari le preiscrizioni sono già aperte.


Potrebbe interessarti anche