Woman

Valentino TKY: l’eleganza italiana conquista Tokyo

Martina D'Amelio
28 novembre 2018

Non solo una sfilata, ma un vero e proprio maxi evento dedicato al Giappone: Valentino vola a Tokyo in grande stile con il primo defilé co-ed, alcune capsule collection con artisti giapponesi e una boutique tutta nuova.

Pierpaolo Piccioli fa le cose in grande, ed espatria col suo brand per una due giorni intensa e ricca di eventi all’insegna del rosso Valentino (che è lo stesso di quello del cerchio della bandiera del Giappone). E di una nuova sigla, TKY, creata appositamente per l’occasione.

La sfilata. Le collezioni maschili e femminili per la Pre-Fall 2019 vanno in scena per la prima volta insieme. E, sulla passerella, si fondono la tradizione Couture all’italiana e la cultura orientale. Unico comune denominatore, l’armonia e l’eleganza, che creano un dialogo tra opposti perfettamente bilanciato su un catwalk dall’atmosfera industriale e al passo di orchestra, dove si susseguono magici abiti total red portati in scena da dive moderne (tra queste, Kaia Gerber). In pizzo, in organza, a balze, intarsiati, ma anche pellicce, completi e felpe sporty, insieme a borse e accessori nel colore della Maison, in una stampa di rose noir, oppure total black o white. Rosso anche per lui, con completi slim, parka e copricapi di piume.

Le capsule collection. Gli artisti giapponesi sono i protagonisti delle capsule collection presentate a Tokyo. Si va dalla collaborazione con Undercover, per bustine e pochette con immagini del Rinascimento, fino alle t-shirt con la scritta VLTN TKY realizzate in collaborazione con Doublet; per arrivare alla limited edition con Yohji Yamamoto e agli speciali personaggi manga ispirati agli archivi della Mason e al mondo animale dell’immaginario Valentino, che diventano protagonisti su magliette, felpe, borse e accessori.

Il nuovo store di Ginza. Gli abiti dialogano con le opere d’arte dei Maestri orientali: i Samurai di Testsuya Noguchi, le sculture origami di Satoshi Kamiya e di Kyohei Katsuta, le fotografie di Izumi Miyazaki, le maschere di Ichiyu Terai. Che occupano gli spazi del rinnovato negozio di Tokyo: un ri-allestimento reso possibile grazie alla collaborazione con Sarah Andelkman, fondatrice e art director del mitico ex concept store parigino Colette. La boutique della Maison a Ginza Six è stata completamente rivoluzionata, allo scopo di sperimentare le nuove possibilità di acquisto e regalare un’esperienza inclusiva tra arte e moda.

Sfoglia la gallery per scoprire tutte le immagini della sfilata Valentino TKY:


Potrebbe interessarti anche