Fotografia

Venezia: ai Tre Orci le fotografie-manifesto di Letizia Battaglia

Chiara Di Leva
8 Maggio 2019

Letizia Battaglia

A Venezia la Casa dei Tre Oci, spazio che dedica ai più grandi attori della fotografia nazionale e internazionale mostre eccezionali, ospita fino al 18 agosto un’imperdibile antologica: si tratta di “Letizia Battaglia. Fotografia come scelta di vita”, a cura di Francesca Alfano Miglietti.

Tra le prime fotoreporter italiane, Battaglia ha colto attraverso i suoi scatti i momenti salienti che hanno fatto la storia del nostro paese dagli anni Settanta ad oggi, facendo della sua arte uno strumento – poetico ed emozionale – di critica sociale e di battaglia politica.

Organizzata da Civita Tre Venezie e promossa da Fondazione Venezia, l’esposizione raccoglie più di 300 fotografie, alcune delle quali inedite, che ci restituiscono un ritratto fedele – talvolta delicato e tanto familiare, altre sanguigno e a tratti spietato – dell’Italia di quegli anni. Scelte dalla curatrice in collaborazione con l’archivio di Letizia Battaglia, le opere (accompagnate anche da due filmati che approfondiscono la vicenda umana e artistica della fotografa) creano un percorso tematico di approfondimento sulla carriera dell’autrice, che permette al contempo una vera riscoperta della nostra storia più recente.

Protagonisti dell’esposizione sono ritratti di donne, uomini, bambini, seguiti da scatti che catturano la bellezza di Palermo – città natale dell’artista – ma anche le sue contraddizioni: testimonianze di un’epoca che ha segnato l’Italia e di cui Battaglia si è fatta interprete. Attraverso il suo obiettivo ha saputo immortalare sulla carta e nella memoria gli omicidi di mafia, gli intrighi politici, le rivolte di piazza, la coraggiosa lotta di figure immense come Falcone e Borsellino, la grandezza di intellettuali come Pier Paolo Pasolini, ma anche la quotidianità delle faccende di ogni giorno, i giochi dei bambini, le chiacchiere delle comari di paese.

Niente è scappato all’occhio di Letizia Battaglia, donna dall’anima poetica ma dal cuore politico, che con la sua macchina fotografica ha documentato la sua epoca: “Quelle che il progetto della mostra si propone di esporre – spiega Francesca Alfano Miglietti – del percorso di Letizia Battaglia, sono ‘forme d’attenzione’: qualcosa che viene prima ancora delle sue fotografie, perché Letizia Battaglia si è interrogata su tutto ciò che cadeva sotto al suo sguardo, fosse un omicidio o un bambino, uno scorcio o un raduno, una persona oppure un cielo. Guardare è stata la sua attività principale, che si è ‘materializzata’ in straordinarie immagini”.

Un vero manifesto da cui emergono con forza idee e valori di straordinaria attualità.

 

Letizia Battaglia. Fotografia come scelta di vita
Dal 20 marzo al 18 agosto 2019
Tre Oci
Fondamenta delle Zitelle 43, Giudecca, Venezia
Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 19. Chiuso il martedì



Potrebbe interessarti anche