News

Vestiaire Collective: lo shopping etico per la Festa della Donna

Martina D'Amelio
8 Marzo 2020

Fanny Moizant e Sophie Hersan di Vestiaire Collective

Vestiaire Collective punta sul Women’s power: la piattaforma online del “pre-loved” di alta gamma sceglie di celebrare tutte le donne in occasione dell’International Women’s Day con un progetto speciale di shopping etico.

Le stringate Givenchy di Julia Restoin Roitfeld

Protagonisti i pezzi glam donati dalle pioniere della moda sostenibile, oltre che dalle co-founder dell’e-commerce Fanny Moizant e Sophie Hersan: un gruppo tutto al femminile capitanato da Margherita Missoni, direttore creativo di M Missoni, l’art director e modella Julia Restoin Roitfeld, l’attivista e modella Arizona Muse, la stilista di Alighieri Rosh Mahtani e la designer e stylist Sami Miro, che mettono in vendita sul portale alcuni capi presi direttamente dal loro guardaroba.

Il vestito di Dion Lee donato da Arizona Muse

I pezzi must-have su cui puntare? Le stringate Givenchy di Julia Restoin Roitfeld indossati al Met Gala nel 2007, alcuni modelli vintage Missoni d’archivio, un abito firmato Victoria Beckham di Fanny Moizant e il vestito di Dion Lee che Arizona Muse ha indossato in un viaggio speciale a New York.

Tutti i ricavati saranno devoluti ad associazioni di beneficenza vicine proprio alle donne, tra cui Women for Women. La vendita di beneficenza è già aperta sul sito di Vestiaire Collective. Da regalare e regalarsi.