News

Viaggio tra moda e design: il Global Store di Ermenegildo Zegna a New York

Beatrice Trinci
2 Marzo 2019

Ermenegildo Zegna ha inaugurato il suo ultimo Global Store al civico 4 di 57th Street a New York all’interno del Crown Building, uno dei luoghi storici e più rinomati di Manhattan.

Progettato dall’archistar Peter Marino, il neonato punto vendita rende omaggio al longevo legame tra la Maison italiana e il mercato americano. Come? Attraverso un viaggio virtuale che accoglierà i visitatori in un elegante ambiente che unisce moda, arte e design.

Nello specifico il Global Store della Grande Mela occupa una superficie di 660 metri quadrati dislocati su tre livelli, ospitando una vasta selezione di pelletteria e calzature al piano terra, la collezione Couture – che spazia dal progetto XXX ai look di sfilata fino alle sneakers d’alta gamma – nel mezzanino, mentre il primo piano si presenta come un open space che accoglie le linee di Sartoria, luxury leisurewear e la Personalization Room, un servizio di personalizzazione offerto da un Master Tailor che realizzerà capi su misura per la clientela più ricercata.

A predominare nell’interior design sono colori neutri e luci al led che illuminano in maniera suggestiva gli arredi e i fili metallici che contraddistinguono l’ampia vetrina, simbolico collegamento tra l’esterno e l’interno della boutique. Ad enfatizzare la continuità estetica degli ambienti e impreziosirne gli spazi, invece, sono le poltrone in pelle Dezza 24 disegnate da Gio Ponti per Poltrona Frau nel 1965 e le foto d’archivio che creano uno spazio intimo e privato.

Infine, Ermenegildo Zegna ha voluto celebrare questo nuovo capitolo con un’esclusiva capsule collection, “Taccuino”, omaggio alla tradizione del brand e ispirata ai quaderni in cui Zegna annotava idee e formule per la creazione e la lavorazione di speciali tessuti e che portò proprio con sé durante il suo primo viaggio a New York nel 1938.

 

 



Potrebbe interessarti anche