News

VicenzaOro January 2018: le novità e le tendenze dal salone del gioiello

Alessandra Cesana
26 gennaio 2018

Giunge al termine VicenzaOro January 2018: qualità, creatività e sperimentazione le parole chiave di quest’edizione. Ecco le novità e le tendenze dal salone internazionale del gioiello.

La manifestazione leader nel settore da oltre 60 anni e organizzata da Italian Exhibition Group ha visto protagonisti 6 Jewellery districts (Icon, Look, Creation, Expression, Essence, Evolution), presentati secondo il format espositivo “The boutique show”: da semplice fiera alla boutique più grande al mondo.

Oltre 1500 brand (per citarne alcune: Liu Jo Luxury, Mattioli, Unoaerre, Pandora, Alfieri & St. John) in mostra su una superficie di circa 25mila metri quadri hanno salutato una presenza di aziende straniere pari al 40% e il +10% di buyer. La maggiore novità di quest’edizione? L’ampliamento di Essence con Destination, area dedicata ai componenti non preziosi, in linea con le tendenze del mercato. All’interno del distretto Icon invece ha riscosso successi The Design Room, la sezione che accoglie 12 top brand indipendenti provenienti da tutto il mondo, tra cui gli italiani di stanza a New York Netali Nissim (amati anche da Chiara Ferragni).

Fulcro della manifestazione gli Andrea Palladio International Jewellery Awards, i premi internazionali del settore gioielliero: nove le categorie, a partire dalla collezione Flying Cloud di Chanel, trasposizione dei ricordi della giovane Coco in preziosi, che ha vinto “The Best International Jewellery Collection”. “The Best Jewelry Flagship Store” è stato attribuito all’elegantissima boutique Tiffany, recentemente inaugurata in piazza Duomo a Milano. Al genio creativo di Elsa Peretti è stato riconosciuto il “Lifetime Achievement Award”, premio alla carriera meritatissimo per la designer fiorentina, che ha conquistato con le sue opere, oltre a Tiffany, anche i musei.

I gioielli del futuro sono stati invece i protagonisti di Trendvision Jewellery + Forecasting, l’osservatorio internazionale di VicenzaOro che anche questa volta ha analizzato e raggruppato le prossime tendenze del gioiello. Tre le categorie, più una appartenente al mondo maschile: Fluid&Flexible mostra tutta l’importanza dei classici diamanti, oro e platino. Funky Town dà il benvenuto al mix giocoso di oro e pietre coloratissime per i preziosi che verranno. Opulent Asymmetry invece punta l’attenzione sui contrasti tra tradizione e innovazione, basata su un’incoerenza di fondo fra pietre utilizzate e stile corrispondente. E per lui? Masculinity Unmasked ci porta dritti nel no “gender”: anche i gioielli al maschile annullano gli stereotipi. Non c’è dubbio: ci attende un 2018 brillante.


Potrebbe interessarti anche