Woman

Vintage is back: i trend retrò da seguire ora

Luca Antonio Dondi
25 aprile 2018

Non serve – solo – rovistare nell’armadio della nonna per scovare capi vintage d’eccezione. Basta cercare attentamente tra gli scaffali dei negozi, perché mai come ora le tendenze retrò tornano a farsi sentire direttamente dal passato.

La vintage mania torna in soccorso di tutti i fashion addicted più nostalgici con capi e accessori glamour intramontabili, generazione dopo generazione. Andate alla ricerca di una pussy bow blouse per un look bon ton d’altri tempi, puntate agli occhiali da sole oversize se volete sembrare appena uscite da un set di Hollywood oppure optate per la stampa Vichy e riscoprirete la Brigitte Bardot che è in voi.

E se girare per mercatini delle pulci a caccia di affari non è sempre facile, le grandi Maison – e non solo – ci vengono incontro grazie a collezioni che cavalcano i gusti e gli stili di una volta con uno sprint più moderno e contemporaneo.

Voglie d’antan? Ecco i trend retrò da seguire ora per la primavera-estate 2018!

Pussy bow. È la blusa bon ton più elegante di sempre: nata alla fine degli anni Venti, è stata indossata come simbolo aristocratico fino agli anni ’60, finché Coco Chanel e Yves Saint Laurent cominciarono ad inserirla all’interno delle proprie collezioni prêt-à-porter. Capo icona di personaggi quali Margaret Tatcher o, al giorno d’oggi, la First Lady Melania Trump, la blusa con colletto a fiocco viene reinterpretata in cotone tartan da Balenciaga, total nude con rouches per Chloé o con stampa floreale da Dolce & Gabbana.

Pois. Nata sotto il sole della Spagna per contraddistinguere gli abiti delle danzatrici di flamenco, la stampa a pois raggiunge l’apice negli anni Cinquanta conquistando minidress, bluse e pantaloni delle pin-up girls. I polka dots vengono poi ufficialmente consacrati nel mondo dell’alta moda verso la fine degli anni Ottanta grazie alle creazioni di Carolina Herrera e oggi rinascono, mantenendo lo spirito vivace e frizzante dell’epoca, nelle collezioni di MICHAEL Michael Kors, Valentino e Aspesi.

Handbags. Rigide, solide e squadrate, da portare rigorosamente a mano o sull’avambraccio, le It Bags per la primavera-estate 2018 prendono ispirazione dal passato. Borsa a bauletto con doppio manico per Longchamp, in pelle lucida con chiusura gioiello e nastro web per Gucci oppure con apertura a fermaglio e silhouette geometrica per Céline.

Feathers. Retaggio degli anni Venti, le piume tornano a farsi notare su capi e accessori con innata delicatezza ed eleganza. Ma se durante i Roaring Twenties il piumaggio si limitava a rivestire gli orli degli abiti, le stole o le fasce per capelli come ci insegna “Il Grande Gatsby”, in età contemporanea lo ritroviamo in chiave minimal sul maglione in mohair di N°21, esasperato con maxi piume nere sul sandalo di Saint Laurent e all over sul tubino arancione firmato Alberta Ferretti.

Kitten heels. Lo stiletto è ormai sopravvalutato: il tacco spesso fa fatica ad adattarsi a diverse occasioni e la zeppa è decisamente poco cool. Per fortuna, tornano a gran voce i tacchi a rocchetto: bassi ma ugualmente sexy, pratici e portabili a qualsiasi ora del giorno. A sdoganare questo trend retrò ci ha pensato di recente Maria Grazia Chiuri da Dior – e ora ecco i tacchi a rocchetto proposti in versione sabot da Malone Souliers, slingback per Prada o in chiave Mary Jane secondo Bottega Veneta.

Sunglasses. A cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta – e fino ai Settanta – si sono rivelati l’accessorio irrinunciabile per star del cinema del calibro di Elizabeth Taylor, Rita Hayworth e Grace Kelly: gli occhiali da sole con lenti oversize erano l’arma principale per sfuggire al flash dei paparazzi. E oggi tornano più glamour che mai in acetato color melanzana per Max Mara, bicolor e con lenti ovali per Marni e dalla forma squadrata con foulard incorporato per Emilio Pucci: for divas only.

Vichy. Sinonimo di primavera, freschezza e picnic all’aria aperta, la stampa Vichy si conferma come tendenza per la bella stagione in arrivo. Consacrato a fine anni Cinquanta dalla bellissima Brigitte Bardot, il pattern check è da indossare in sofisticati total look o in versioni spezzate puntando tutto sul colore: azzurri i pantaloni a sigaretta di Nina Ricci, black & white il blazer doppiopetto firmato Sara Battaglia e sui toni del rosa la jumpsuit con colletto ricamato di Miu Miu.


Potrebbe interessarti anche