News

Virgil Abloh alla guida di Louis Vuitton

Martina D'Amelio
26 marzo 2018

Nel futuro dell’uomo Louis Vuitton? Lo streetwear. Parola di Virgil Abloh, guida di Off-White e Kanye West, che dopo gli insistenti rumors del weekend è ufficialmente il nuovo direttore creativo del menswear di Louis Vuitton.

L’annuncio arriva dopo la dipartita di Kim Jones a gennaio e il suo recente approdo alla guida dell’abbigliamento maschile di Christian Dior, in sostituzione di Kris Van Assche. Forse dovevamo immaginarcelo dopo la collaborazione con Supreme, che il lusso firmato LV prima o poi dovesse finire per diventare alla portata delle strade più cool. La nuova filosofia di quello che è appena diventato il brand dello stilista di origini ghanesi Abloh? Al New York Times ha dichiarato: “La prima cosa che farò è definire nuovi codici. Mi sono sempre ispirato a ciò che le persone indossano effettivamente, e sono davvero entusiasta di disegnare un guardaroba in chiave luxury”. Il designer continuerà a dirigere Off-White, fondato nel 2013 (“è per la versione diciassettenne di me stesso, mentre Vuitton è per il 37enne che sono oggi“) e seguire Kanye West, ma dirà addio alle sue attività di DJ e vocalist. La sua prima collezione per Louis Vuitton sarà presentata alla settimana della moda maschile di Parigi il prossimo giugno.

L’annuncio “alla Abloh” della nuova carica sul suo profilo Instagram

Abloh ha dichiarato al quotidiano che si concentrerà sull’intero ripensamento del marchio: dalla comunicazione al prodotto, dalla sfilata al sociale. D’altronde il business dell’abbigliamento da uomo è cresciuto a due cifre e “ha avuto un successo stellare nel 2017“, ha sottolineato Michael Burke, ceo di Louis Vuitton. Ciò pone un carico di aspettative sulle spalle di Abloh, soprattutto considerato tutto il clamore intorno al suo nome – è stato menzionato per possibili posizioni ai vertici di Burberry e Versace.

Una delle critiche più spesso lanciate contro di lui? Che il suo vero genio risieda principalmente nel riproporre il lavoro di altre persone, come visto secondo alcuni esimi colleghi nel corso delle stagioni sul catwalk di Off-White. Dal canto suo, Abloh vola alto: “Voglio utilizzare la storia di Louis Vuitton e dei suoi viaggi per dare spazio alle diverse culture in tutto il mondo. Quando la creatività si fonde con le questioni globali, la moda a può davvero diventare utile”. E noi non vediamo l’ora di vedere cosa farà.


Potrebbe interessarti anche