Gossip

Viziato a chi? Tutte le celeb che lasceranno i figli senza eredità

Beatrice Trinci
3 Maggio 2019

Chi l’ha detto che avere dei genitori vip equivale ad avere una vita all’acqua di rose? Certo, può capitare, ma non sempre un cognome blasonato è sinonimo di ricchezza e notorietà. Resterete sbalorditi nello scoprire che sono soprattutto imprenditori, milionari e divi di Hollywood dalle infinite possibilità ad avere le idee ben chiare: per far sì che i piccoli di casa crescano capendo il vero valore dei soldi, infatti, è necessario che si costruiscano la propria strada senza nessun “aiutino” gratuito.

Ad affermarlo sono personaggi illustri come Bill Gates o Ashton Kutcher, la cui sostanziosa eredità andrà in beneficienza a discapito dei figli, i quali dovranno cavarsela da soli. Ma anche Sting, Elton John, e persino lo chef Gordon Ramsey – che in recenti interviste ha affermato che non esistono privilegi senza il duro lavoro – hanno deciso di diventare portavoce di questa scelta educativa piuttosto drastica.

Curiosi di saperne di più? Continuate a leggere!

Bill e Melinda Gates
Il fondatore della Microsoft e la moglie Melinda sono stati tra i primi a scegliere di non “viziare” i propri figli, dichiarando più volte che Jennifer, Rory e Phoebe dovranno fare affidamento esclusivamente sulle proprie forze per cavarsela una volta adulti. Gran parte del patrimonio della coppia andrà infatti devoluto alla fondazione “Bill & Melinda Gates”, ente benefico a sostegno delle popolazioni più disagiate. “I miei figli riceveranno un’ottima istruzione e abbastanza soldi da non avere difficoltà economiche, ma dovranno costruirsi la loro carriera”, ha dichiarato l’imprenditore. Una lezione di vita assolutamente preziosa.

Warren Buffet
Anche l’economista e finanziere statunitense sposa a pieno l’idea di Bill Gates, col quale ha fondato “Giving Pledge”, l’ambizioso progetto che incoraggia altri milionari a utilizzare il proprio patrimonio per sostenere cause filantropiche. “Continuo a credere che una persona molto ricca debba lasciare alla prole una somma sufficiente per permetterle di far qualcosa e non per permetterle di non fare niente”, ha fatto sapere Buffet, che nel dettaglio lascerà ai tre figli, Susie, Howard e Peter, soltanto l’1% della sua ricchezza – che però, va detto, non sarà comunque poco.

Gordon e Tana Ramsey
C’è anche il famoso chef inglese tra i big che pensano che lasciare i propri soldi ai figli sia diseducativo. In un’intervista rilasciata al Telegraph, infatti, il cuoco pluristellato ha annunciato che per i suoi quattro pargoli ci sono solo la classe economy sull’aereo, una paghetta di 50 sterline a settimana e, al massimo, una casa dove vivere quando saranno grandi. E se già le sue parole vi sono sembrate dure, non è ancora finita: Ramsey non lascerà nemmeno una briciola dei risparmi ottenuti in una vita, così da educarli al duro lavoro. Un papà da 160 milioni di dollari che non teme di essere definito crudele.

Elton John
A Zachary ed Elijah, i figli di Elton John e David Furnish, non resterà che una minima parte dell’enorme patrimonio accumulato in oltre 40 anni di straordinaria carriera. Una scelta chiara e decisa, per far comprendere ai futuri eredi il rispetto nei confronti del denaro. In che modo? Privandoli progressivamente di confort preacquisiti. Ma non preoccupatevi, il celebre cantante ha anche affermato di voler lasciare i figli in uno stato finanziario solido, che vista la sua ingente eredità non sarà certo composta da poche sterline…

Ashton Kutcher e Mila Kunis
Altra coppia a favore del “cavatevela da soli” sono le star di Hollywood Ashton Kutcher e Mila Kunis. I due sono genitori di Wyatt e Dimitri, che una volta adolescenti si ritroveranno senza fondo fiduciario. Il motivo? Sempre lo stesso: solo così facendo sarà loro possibile comprendere i sacrifici dietro al successo. A dirlo è stato lo stesso attore, che in un’intervista radiofonica ha dichiarato: “I nostri figli hanno una vita molto privilegiata ma non se ne rendono conto perché è dove sono nati”. A quanto pare al posto di rimpinguare il loro conto in banca, i soldi di mamma e papà andranno a qualche associazione caritatevole.

Sting e Trudie Styler
Il cantante e la moglie Trudie si uniscono all’esercito dei genitori che non intendono viziare i figli. In un’intervista Sting ha confessato di non volere che i suoi ragazzi crescano senza motivazioni e stimoli perché già ricchi: “Se dovessero avere bisogno li aiuterei, ma loro sanno che dovranno sempre lavorare per vivere. Da me non si aspettano nulla perché sono già responsabili ed è una cosa che apprezzo molto”. In più sembra che l’ex frontman dei Police e consorte abbiano molte spese da affrontare ultimamente e che preferiscano spendere i soldi guadagnati per continuare a mantenere un certo stile di vita.

Mark Zuckenberg
A pensarla allo stesso modo è il fondatore di Facebook che, insieme alla moglie Priscilla Chan, ha scelto di non lasciare la propria fortuna a Maxima e August. Al contrario, il quinto uomo più ricco al mondo secondo Forbes, ha annunciato che lascerà il 99% delle azioni del famoso social network ad associazioni benefiche, tra cui quella fondata dalla coppia stessa, la “Chung & Zuckenberg Initiative”, che si occupa di raccogliere fondi per promuovere l’istruzione e combattere le malattie.

Pierre e Pamela Omidyar
Pierre Omidyar è diventato miliardario dopo aver venduto la sua parte di Ebay, che aveva contribuito a fondare; e insieme alla moglie Pamela ha aderito al “Giving Pledge” di Bill Gates, così da utilizzare al meglio i soldi ricavati per progetti di charity. Niente eredità in vista per i figli, insomma. D’altronde gli Omidyar hanno più volte dichiarato che la loro famiglia ha molto più denaro a disposizione di quanto effettivamente sia necessario: quale modo migliore di spenderli se non per aiutare il prossimo?

George Lucas
Anche l’ideatore di due colossi cinematografici come Star Wars e Indiana Jones ha deciso di utilizzare gran parte dei 5,3 miliardi di dollari che ha accumulato grazie al grande schermo per finanziare progetti educativi, di cui è promotore anche attraverso la sua fondazione. Senza mezzi termini ha dichiarato: “Sto dedicando la maggior parte della mia fortuna a migliorare l’educazione scolastica, che è la chiave per la sopravvivenza della razza umana”. Ai figli non andrà altro che ciò che resta dalla beneficienza del padre.

Simmons Gene
Il celebre bassista dei Kiss non si lascia certo intimidire dalle opinioni altrui. Padre di Nick e Sophie, Gene ha le idee molto chiare sul futuro: “I miei figli non saranno ricchi del mio denaro, ogni giorno dovranno alzarsi per forza dal letto, andare fuori a lavorare e costruirsi la propria strada”. E che nessuno dica più che è sempre facile essere il “figlio di…”.



Potrebbe interessarti anche